Ticket per entrare a Milano in auto: da ottobre si pagherà un biglietto dai 2,5 o 10 euro. Dettagli

E’ ufficiale, da ottobre per entrare a Milano in macchina si dovrà pagare il ticket



E’ ufficiale, da ottobre per entrare a Milano in macchina si dovrà pagare il ticket! L’accordo è stato raggiunto ieri tra il sindaco Moratti e i vertici della Cdl. Arriverà a breve una delibera che inaugurerà la fase di sperimentazione in partenza alla metà di ottobre. Cinque le fasce in cui saranno classificati i veicoli in base alle emissioni inquinanti. Tra i fortunati “esenti” le prime due fasce ossia cicli e motocicli e vetture ad idrogeno, metano e i motori 2,3 e 4 con filtro antiparticolato. A pagare lo scomodo ma salutare balzello saranno i mezzi a motore Euro 1, i motoridiesel senza filtro e i motori Euro 0, nonché i veicoli commerciali a benzina e diesel (v. articolo).

Il ticket avrà peso diverso a seconda della tipologia di veicolo inquinante, si potrà quindi pagare un dazio da 2, 5 o 10 Euro giornalieri. A sorpresa dovranno pagare anche i residenti entro i bastioni della citàà che avranno però diritto ad un abbonamento annuale da 50, 125 o 250 Euro a seconda della fascia. Le modalità di riscossione saranno semplici e tecnologiche, si potrà infatti pagare o tramite SMS o con più tradizionale carta di credito o in contante in tabaccheria.

Alcune facilitazioni dovrebbero poi riguardare gli sventurati pendolari, a cui sarà riservato un abbonamento forfetario particolarmente vantaggioso ancora allo studio dai tecnici comunali.
Forte del successo londinese riscosso con la pollution charge il municipio meneghino punta ad una riduzione del traffico in ingresso in città del 20%.Obiettivo ambizioso se si pensa che attualmente sono circa 89 mila le auto che entrano quotidianamente entro la fascia dei bastioni di cui 45 mila (circa il 51%) non residenti in città.

Il ritorno non sarà naturalmente solo ecologico ma anche e soprattutto economico con un introito comunale stimato attorno ai 40 milioni di euro nel primo anno di sperimentazione.

Le novità non finiscono qui per il capoluogo lombardo. L’agguerrito sindaco ecologista sta infatti ipotizzando di aumentare le soste a pagamento e i parcheggi residenti con una copertura complessiva del 70% entro la fine del 2007.

Alle barriere in entrata sul traffico dovrebbe corrispondere un contestuale potenziamento del servizio di trasporto pubblico, a cui saranno in teoria destinati gli introiti da ticket. Una cinquantina di automezzi che oggi giacciono nei depositi per manutenzione saranno infatti “liberati” da febbraio. Si annuncia dunque un inverno “caldo” per gli automobilisti.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il