BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma pensioni, novità ultime da studiosi, autorità esperti per novità quota 100, mini pensioni, quota 41

Come cambiano quest’anno Canone Rai, Imu e Tasi. Riprende l’esame dei ddl sulle misure di indulto e amnistia nell’attesa di cambiamenti pensionistici




Spente, più o meno, le polemiche sulle ultime notizie di questi giorni sulle pensioni e in relazione alle novità proprio sulle pensioni stesse,  sono entrate in vigore dall’inizio dell’anno diverse novità per Imu, Tasi e pagamento del Canone Rai. Cerchiamo di capire quali sono.

Pensioni quota 100, mini pensioni: Ministro del Lavoro e ministro per le Politiche agricole hanno finalmente smentito e confermato le ultime notizie sui tagli alle pensioni per le vedove e i figli. Brambilla ha chiaramente spiegato che si è trattata di una confusione: il problema, e le conseguenti polemiche di questi giorni, sono derivate dal fatto che le pensioni ai superstiti rientrano tra le prestazioni assistenziali legate ai redditi, motivo per il quale ci si è scatenati a dire che c’era in ballo l’ipotesi di erogare tali pensioni in base all’Isee e non al reddito contributivo individuale. In realtà, nei tagli alle prestazioni assistenziali non vengono contemplate le pensioni ai coniugi superstiti, considerando anche il fatto che sono già agganciate alle situazioni economiche delle singole famiglie, visto che vengono calcolate sulla base dei contributi versati dal lavoratore in vita e a seconda della condizione economica degli eredi. Si starebbero mettendo a punto, però, due progetti di lavoro sempre in riferimento alle pensioni alle vedove, vale a dire allentare le maglie dei beneficiari solo al coniuge in vita e ai figli, contrariamente a quanto viene attualmente con diversi familiari; e tagliare quanto dovrebbe percepire chi già è titolare anche di un’altra pensione. Sono tuttavia misure anche ipotizzato per cui tutto resta ancora molto in forse.

Riforma Tasi e Imu: Sono diverse le novità che da quest’anno interessano i pagamenti di Imu e Tasi. Partendo, in particolare, dall’Imu, è stata cancellata su tutti i terreni agricoli e sugli imbullonati. La Tasi invece è stata cancellata per le prime case ma anche per gli inquilini, a meno che siano già proprietari di un’altra abitazione. Niente più Imu e Tasi anche per le prime abitazioni dei residenti all’estero, per l’ex casa coniugale che il giudice ha assegnato in caso di separazione, immobili di anziani o disabili che fissano la residenza in istituti di ricovero o sanitari. Ulteriori novità di quest’anno riguardano poi gli sconti: è infatti previsto uno sconto del 50% sia di Imu che di Tasi sugli immobili concessi in comodato d’uso ai figli e sconti del 75%, sempre per entrambe le imposte, per gli immobili concessi in locazione a canone concordato.

Indulto e amnistia: E' ripreso oggi 18 febbraio l'esame dei quattro ddl per le misure di indulto e amnistia, ormai n discussione, a fasi alterne, da mesi, e per cui non si riesce a trovare ancora un accordo. Continuano, infatti, ad essere decisamente opposte e contrastanti le posizioni in merito da parte di forze politiche, sociali e addetti ai lavori, tra chi schiera a favore dell'approvazione delle misure di clemenza, per cui sono arrivati anche moniti da Papa Francesco, e chi se ne dice fermamente contrario. Eppure le notizie che ogni giorno arrivano sulle condizioni di vita nelle carceri sono ancora drammatiche: si registrano, infatti, ancora suicidi, e sono diverse le evasioni che continuano a susseguirsi, senza troppi problemi. Il sovraffollamento rende, dunque, tragiche non solo le condizioni di vita in cella ma anche la sorveglianza continua a puntuale nei confronti di tutti i detenuti. Decisamente troppi.

Riforma Canone Rai: Si paga anche quest’anno solo sul possesso tv, escludendo quindi tablet, pc e smartphone, avrà un costo di 100 euro, da dividere in dieci rate che verranno inserite nella bolletta della luce. Cambiano, infatti, le modalità di pagamento del Canone Rai il cui importo da quest’anno sarà sommato a quanto dovuto per l’elettricità. Solo per quest’anno il primo pagamento avverrà a luglio, visti i ritardi nella definizione ufficiale di tutte le novità, e i contribuenti dovranno aggiungere alla bolletta della luce che riceveranno ben 70 euro. Chi non paga il Canone Rai sarà soggetto a sanzioni di 500 euro e si attendono ancora comunicazioni ufficiali sulle eventuali sanzioni per i mancati pagamenti arretrati. Secondo le ultime notizie rese note, il parametro per stabilire chi è tenuto al pagamento del Canone Rai  sarà la residenza in un immobile e sono tenute a pagare solo le utenze residenziali. Con particolare riferimento alle forniture con tariffa D3, cioè di potenza superiore a 3 kW è necessario inviare gli identificativi all’Acquirente unico, che dovrà poi inoltrarli alle compagnie elettriche.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il