Costi biglietti aerei: richiesta maggiore trasparenza dall'Ue sulle tariffe dei voli

Contro la pubblicità ingannevole, il Parlamento Europeo ha adottato oggi una Relazione di Arūnas Degutis (ALDE, LT) riguardante la proposta di revisione del cd 'terzo pacchetto aereo' del 1992



Contro la pubblicità ingannevole, il Parlamento Europeo ha adottato oggi una Relazione di Arūnas Degutis (ALDE, LT) riguardante la proposta di revisione del cd "terzo pacchetto aereo" del 1992. Secondo il provvedimento i biglietti aerei devono indicare chiaramente ai consumatori il prezzo finale compreso delle tasse ed eventuali spese aggiuntive. Adottando questo emendamento il Parlamento intende porre fine alla scorretta pubblicità ed informazione dei passeggeri.

Il provvedimento inoltre prende in considerazione l'acquisto on line. Le compagnie aeree devono indicare al grande pubblico tutte le informazioni necessarie alla comprensione del prezzo unitario "in qualsiasi forma, compreso Internet". I biglietti acquistati on line devono anch'essi, infatti, includere tutte le tasse applicabili, spese non-evitabili, sovrattasse e tasse conosciute ai tempi della pubblicazione (cioè tasse, o funzioni, competenze e spese ed altri a favore delle linee aeree o degli operatori dell'aeroporto).

Inoltre i supplementi di prezzi opzionali, per l'Europarlamento, devono essere comunicati "in modo chiaro, trasparente e non ambiguo" all'inizio di qualsiasi processo di prenotazione e la loro accettazione da parte del passeggero deve avvenire sulla base di un assenso.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il