BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni così delicate novità che pure i giudici preferiscono non prendere posizione novità riforma: novità lunedì oggi

Le scadenze per la presentazione del Documento unico di programmazione sono 30 aprile per i Comuni e 31 luglio per Province e Città metropolitane.




Le ultime notizie di oggi lunedì 21 febbraio 2016 sui vitalizi di deputati e senatori nell'ambito delle novità pensioni non sono affatto incoraggianti.

Pensioni. In un modo o nell'altro, la questione dei vitalizi ai politici nell'ambito delle novità pensioni fa sempre discutere. Questa volta al centro dell'attenzione c'è quello che riguarda quasi 200 ex consiglieri regionali del Piemonte che incassano tutti i mesi un assegno che, per i più politicamente anziani, supera il tetto di 7.500 euro al mese. Succede allora che di fronte al ricorso di uno di loro, penalizzato dalle regole sul cumulo, prima il Tribunale amministrativo regionale e poi i giudici contabili si sono dichiarati incompetenti a decidere. La palla potrebbe quindi passare ai giudici civili con i lunghi tempi da mettere in conto.

E di vitalizi si parla da tempo sia in riferimento a tentativo del presidente dell'Istituto nazionale della previdenza sociale di tagliarli e sia alla beffa della loro abolizione per gli ex parlamentari condannati. Recenti servizi televisivi hanno dimostrato come a deputati e senatori basta una sentenza di riabilitazione, che non cancella la condanna ma solo le pene accessorie, per tornare a percepire la somma, con tanto di arretrati.

Dup. C'è il semaforo verde al rinvio dei termini per la presentazione del Documento unico di programmazione: 30 aprile per le amministrazioni comunali e 31 luglio per amministrazioni provinciali e Città metropolitane. Il Dup è lo strumento previsto dalla riforma della contabilità con cui le amministrazioni locali devono fissare i propri obiettivi gestionali del triennio. In base alla norma, ricalcata da quella del Documento di economia e finanza presentato dall'esecutivo al parlamento e rivista nelle scadenze di quest'anno, il Dup va presentato dalla Giunta entro il 31 dicembre e aggiornato entro il 28 febbraio. Il termine è ordinatorio e non prevede sanzioni in caso di sforamento.

Airbag difettosi. A essere potenzialmente coinvolti sono quasi due milioni di automobili, distribuiti tra sei diversi modelli prodotti tra il 2006 e il 2014, di Mazda Motor. Sono state infatti richiamate nel contesto della ben nota questione degli airbag malfunzionamenti della connazionale Takata. No solo i mercati cinese e giapponese, è coinvolto anche quello europeo. Inevitabile il collegamento di quei veicoli Volkswagen oggetti del richiamo perché equipaggiati di inflator prodotti negli impianto Takata. La casa automobilistica aveva anche precisato che "nessuna delle rotture anomale dei contenitori degli airbag si era verificata con gonfiatori Takata prodotti a Freiberg".

Borse di studio. Dai numeri non si scappa e allora come metterla con il confronto dell'importo delle borse di studio italiane con quelle di Francia, Germania e Spagna? Stando a una ricerca della Fondazione Agnelli, gli aiuti economici per i nostri studenti sono decisamente più bassi. E le prospettive non sono incoraggianti alla luce della riduzione del welfare per la frequentazione degli atenei e il calo delle iscrizioni. Aumenta il numero degli appartenenti alla categoria degli idonei non beneficiari.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il