BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Multe, rimborso ritardi e nuove regole autobus, metro, tram mezzi pubblici Governo Renzi 2016

Il mondo dei trasporti sta per conoscere diverse novitÓ con l'introduzione di un nuovo decreto trasporti che cambierÓ tanto, soprattutto in ambito locale.




In particolare questo nuovo provvedimento prevede un incremento piuttosto elevato delle multe per coloro che saranno trovati a bordo mdi mezzi pubblici senza biglietto: comunque è stato previsto un limite di 200 euro e le multe non possono superare tale soglia. Oltre però a punire chi non viaggia in modo regolare questo decreto vuole anche premiare gli utenti onesti che troppo spesso sono costretti ad aspettare minuti, se non ore, per prendere un mezzo di trasporto locale. In particolare viene previsto da questo decreto che se il mezzo di trasporto arriva con oltre trenta minuti di ritardo allora si avrà diritto a farsi rimborsare tutto il costo del biglietto di viaggio.

Per aumentare poi la sicurezza a bordo di autobus, treni e tram, vengono dati maggiori poteri ai controllori, che possono usare nuovi strumenti legislativi per esercitare con maggiore sicurezza il loro compito, inoltre lr società che si occupano del trasporto pubblico possono anche decidere di adottare agenti della polizia giudiziaria, per un periodo di tempo limitato (massimo tre anni).

Per controllare meglio poi tutto ciò che accade sul mezzo di trasporto pubblico (in particolare per verificare chi timbrerà il biglietto e chi invece fa il furbo) sarà possibile anche accedere e usare i video di sorveglianza che vengono fatte dalle telecamere presenti su questi mezzi.

Questo provvedimento fa parte di una più ampia manovra che ha voluto il ministro ai trasporti Del Rio, che ha promesso anche un rinnovamento degli autobus. Queste nuove regole potranno essere valide entro un periodo massimo di due mesi, naturalmente le regioni sono libere di integrare con loro provvedimenti quanto imposto dal Governo. Sempre per ciò che riguarda i trasporti e il rapporto Governo Regioni ecco che dovrebbe entrare in vigore un nuovo modo di invio delle risorse statali per la gestione dei treni e in generale del trasporto su ferro.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il