BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tasi e Imu 2016: novità questa settimana con scadenza agevolazione bonus comodato e nuove indicazioni

Ultime notizie e chiarimenti sul pagamento di Imu e Tasi 2016 e le recenti indicazioni fornite: nuove norme e agevolazioni




Sono già state approvate diverse novità che da quest’anno interessano i pagamenti Imu e Tasi e qualcosa, anche se sembra difficile al momento, potrebbe ancora cambiare con il decreto Milleproroghe che tornerà in discussione la prossima settimana in vista del voto finale che è in programma per la fine di questo mese di febbraio. E’ stata infatti cancellata l’Imu su tutti i terreni agricoli e sugli imbullonati. L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che i pannelli fotovoltaici sono esclusi dal calcolo della rendita catastale Imu ad eccezione di che si trovano sui tetti e nelle pareti della struttura che non possono essere smontati senza rendere inutilizzabile la copertura o la parete su cui si trovano.

Per gli immobili a destinazione speciale e particolare, la stima diretta sarà calcolata in base a suolo, costruzioni ed elementi connessi come impianti elettrici e di areazione, ascensori, scale mobili, montacarichi, senza comprendere macchinari, attrezzature e altri impianti che servono al processo produttivo. E’ stata cancellata anche la Tasi per le prime case e per gli inquilini che non siano proprietari di un’altra abitazione.

Non pagheranno più Imu e Tasi anche i proprietari di prime abitazioni residenti all’estero, dell’ex casa coniugale che il giudice ha assegnato in caso di separazione, immobili di anziani o disabili che fissano la residenza in istituti di ricovero o sanitari.

Diversi sono poi gli sconti previsti quest’anno,da quello del 75% per gli immobili concessi in locazione a canone concordato, a quello del 50% sia di Imu che di Tasi sugli immobili concessi in comodato d’uso ai figli. Nei casi di immobili dati in comodato, le ultime notizie di questa settimana fornite dal Ministero dell’Economia spiegano che rientrano in questa categoria solo gli immobili adibiti ad abitazioni e con essi le relative pertinenze. Per usufruire di tale sconto bisogna registrare il contratto entro 20 giorni, ma l’agevolazione non parte dal momento della registrazione del contratto ma dalla data del contratto di comodato.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il