BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Ristrutturazione casa bonus, lavori edilizi, mobili, arredamento, elettrodomestici incentivi fiscali: novità questa settimana

Cosa è cambiato quest’anno per i bonus edilizia e mobili 2016 e quali novità potrebbero ancora arrivare: regole e procedure




Chiunque decida di ristrutturare casa anche quest'anno potrà beneficiare delle detrazioni fiscali fino al 65% per i lavori svolti. Con la Manovra di dicembre, infatti, l'esecutivo ha deciso di far valere ancora per tutto il 2016 la possibilità di chiedere agevolazioni al 65 e al 50% nonchè di prorogare il bonus mobili, con qualche novità rispetto allo scorso anno. E ulteriori novità potrebbero arrivare anche con il prossimo decreto Milleproroghe, anche se al momento sembra un'ipotesi piuttosto remota.

Di certo si sa che fino al prossimo 31 dicembre, si potrà usufruire delle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie al 50% e al 65%. Il bonus per i lavori di ristrutturazione casa comprende i lavori di manutenzione straordinaria e ordinaria e di restauro sia per la prima casa sia per le parti comuni dell’edificio. Inoltre, le detrazioni fiscali del 65% valgono anche per i di efficientamento energetico e di adeguamento antisismico degli edifici, per l’installazione di nuovi climatizzatori e caldaie, pannelli solari per la produzione di acqua calda, per la rimozione dell’amianto, per la sostituzione di porte e finestre, infissi, e tende esterne.

La novità di quest’anno sono principalmente due: innanzitutto, possono usufruire delle detrazioni al 65% anche gli enti di gestione delle case di edilizia residenziale pubblica e gli ex Iacp; e poi è possibile usufruire delle agevolazioni fiscali se si cambia abitazione, acquistandone una nuova dopo aver già usufruito di agevolazioni fiscali.  La detrazione vale su un tetto di spesa di 96mila euro.

Passando al bonus mobili, che vale per l’acquisto di ogni complemento d’arredo, da letti, armadi, comodini, cassettiere, a tavoli, sedei, credenze, divani, poltrone, prevede, invece, una detrazione del 50% su una spesa massima di 10 mila euro. Detrazione valida anche per ogni elettrodomestica, da lavatrici a frigoriferi, asciugatrici, forni, cucine purchè siano di classe energetica A.

Il rimborso dovrà avvenire in 10 anni. Anche per il bonus mobili quest’anno è prevista una novità: è infatti valido anche per le giovani coppie under 35 conviventi o sposate da almeno 3 anni che abbiano acquistato casa, senza la necessità che vengano sostenuti lavori di ristrutturazione, per una spesa di 16mila euro. E’ importante sottolineare che per poter usufruire di ognuno di questi bonus bisognerà effettuare tutti i pagamenti con modalità tracciabili, cioè con bancomat, carte di credito, assegni, bonifici, affinchè si possa attestare l’effettiva spesa sostenuta.

Ristrutturazione Casa BONUS e DETRAZIONI. Vediamo quali sono i bonus, le detrazioni e le agevolazioni fiscali disponibili ora per la ristrutturazione di immobili di proprietà, in affitto e per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il