BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: chi, quando e come si deve pagare in bolletta della luce prima casa, seconda casa, intestatari, comodato

Ci sono ancora molti dubbi sul canone Rai, ma le norme di base sono da tempo definiti. La prima rata si paga tra meno di cinque mesi.




Scatta tra pochi mesi la prima rata del canone Rai 2016. La prima rata sarà addebitata nella bolletta elettrica di luglio e sarà pari a 70 euro. Poi ci sono altre 30 euro da versare entro la fine dell'anno. Saranno chiamati ad aprire il portafogli tutti coloro che possiedono un televisore in casa, solo sulla prima, anche se è in affitto. Per non versare l'imposta occorre dunque non detenere un televisore, ma bisogna dichiararlo all'Agenzia delle entrate con un'autocertificazione, il cui modello non è ancora disponibile, ricordando che in caso di dichiarazioni falsi, le conseguenze sono di tipo penale. Fino a 10 anni, poi, possono essere chiesti gli arretrati prima che vadano in prescrizione.

Da quest'anno non è più possibile chiedere la disdetta legale dichiarando il suggellamento del proprio televisore inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno all'Agenzia delle entrate Direzione Provinciale I di Torino. A ogni modo, Viale Mazzini ha attivato il servizio gratuito Pronto la Rai che consente agli abbonati di prenotare online un appuntamento telefonico per essere ricontattati e chiedere assistenza per la risoluzione di problemi relativi al nuovo canone.

Ad avere bisogno di chiarimenti non sono solo le imprese, ma anche le famiglie. Sul piede di guerra c'è il Codacons, associazione a tutela dei consumatori: "Siamo convinti che in estate si scatenerà il caos. Le famiglie ancora non hanno capito come avverrà il pagamento del canone, chi è tenuto a versarlo e per quali case, e non vogliamo pensare a cosa potrebbe accadere in caso di morosità o ritardi nei pagamenti". La manovra che ha introdotto la norma sul canone in bolletta prevedeva che entro il 14 febbraio (ma essendo domenica il termine è slittato) arrivasse il decreto ministeriale contenente le modalità per riversare al fisco il canone Rai pagato nella bolletta elettrica".

In ogni caso, le certezze sono rappresentate dalle categorie esentate dal versamento del canone Rai 2016: gli anziani con più di 75 anni di età e reddito fino a circa 6.700 euro tra tutti i membri della famiglia, i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; gli agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; le imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il