BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui variabili e fissi Febbraio-Marzo 2016 offerte migliori e tutte le agevolazioni e detrazioni reali nuove per comprare casa

Quali sono le migliori offerte di mutui di questa fine mese di febbraio e nuove agevolazioni concesse da esecutivo per acquisto prima casa: le novità




Per sostenere il mercato immobiliare l'esecutivo ha introdotto due particolari agevolazioni fiscali: l'acquisto di un immobile residenziale non di lusso con imposte ridotte anche se per un anno non si riesce a vendere una casa già acquistata e la possibilità di recuperare metà dell’Iva sulla vendita dal costruttore in dieci anni sotto forma di detrazione Irpef. Si tratta di misure messe a punto per permettere a chi decide di acquistare una prima casa di risparmiare anche molto su un contratto di acquisto.

Nel caso di un acquisto di immobile da un privato o da una società non costruttrice la riduzione delle tasse riguarderà non il costo pattuito ma il valore catastale dell’immobile, solitamente inferiore al prezzo reale, vantaggio che vale anche per chi compra da un costruttore, quando solitamente sulla prima casa l’Iva è al 4% a fronte del 10% che vale per le seconde case non di lusso, cui sommare altre 600 euro per le imposte di registro, ipotecarie e catastale. Per l’acquisto di un immobile da un’impresa edile la tassazione si applica al prezzo reale e non sul valore catastale, per cui su una casa del valore di 200mila euro se si può usufruire dell’aliquota agevolata e si possono risparmiare 12mila euro.

Valutando queste agevolazioni, è bene sempre, prima di stipulare un mutuo, valutare le proprie esigenze e quindi scegliere un mutuo a tasso fisso o variabile. Sono diverse le offerte disponibili per questo mese di febbraio ma che si potranno scegliere anche per i primi mesi di febbraio. Tra le migliori offerte, spicca quella di Intesa Sanpaolo che offre una tipologia di mutuo a tasso fisso a partire da 1,50% per finanziamenti fino a 10 anni per l’acquisto di una prima casa e per la surroga. Per ottenere condizioni migliori l’importo richiesto non deve superare il 50% del valore dell’immobile.
 
Fino al 29 febbraio e le prime settimane di marzo, Ubi Banca offre un tan fisso a partire da 1,35% per i mutui casa, da rimborsare in 20 anni e di importo pari o inferiore al 50% del valore dell’immobile. Per mutui stipulati entro il 31 maggio per acquisti o ristrutturazioni di immobili, Webank offre un tasso a partire dal 2,45% per importi non superiori al 50% per rimborsi per 10 anni, un tasso del 2,65% per 20 anni, del 2,75% per 30 anni. Per importi superiori il tasso varia da 2,60% a 3,05%, anche in base alla durata. Sono invece gratuite le spese di istruttoria, costi di incasso rata e perizia sull’immobile.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il