Isee 2016: guida istruzioni, consigli e aiuto. Calcolo, nuovo modello, documenti. Tutte le regole nuove ufficiali

Documenti e dati da inserire nel modello Isee: cosa cambia per quest’anno e tutte le regole da seguire per non sbagliare

Isee 2016: guida istruzioni, consigli e


Per compilare il nuovo modello Isee, che serve per misurare il valore della ricchezza familiare per l’erogazione di eventuali agevolazioni fiscali, servono diversi documenti. In  particolare. Bisogna indicare: documento di identità di chi richiede il modello; codice Fiscale dei componenti del nucleo familiare, dal coniuge ai figli a carico, anche se hanno una diversa residenza; contratto di affitto registrato all’Agenzia delle Entrate, nel caso di locazione; i dati sui redditi, dalla dichiarazione dei redditi,a ogni tipo di investimento, da azioni a bot, obbligazioni, depositi bancari o postali,fondi di investimento, buoni fruttiferi; a trattamenti previdenziali o assistenziali; a borse di studio; alla giacenza media del conto corrente; ad assegni di mantenimento per coniuge separato e per figli a carico; nonché i dati relativi al patrimonio immobiliare.

Se si ha, infatti, una casa di proprietà, servirà la visura di essa, che si può chiedere direttamente al patronato a cui ci si rivolge e che è molto importante perché incide moltissimo e maggiori sono le persone che compongono il nucleo familiare, più l'Isee sarà basso e più saranno le possibilità di accedere a prestazioni fiscali agevolate.

Diversi i modelli Isee previsti che sono definiti in base alle prestazioni richieste, dall’Isee ordinario, all’Isee Minorenni, all’Isee Università, all’Isee sociosanitario, all’Isee integrativo, all’Isee corrente. Per calcolare l’Isee devono essere considerati beni mobili, conti correnti e azioni, e gli affitti; una volta sommati redditi e patrimonio deve essere applicato al risultato ottenuto un coefficiente familiare basato sulla la composizione del nucleo familiare. Dopo di chè il modello dovrà essere inviato all’Inps, che dovrà verificare e valutare la correttezza di tutti i dati inseriti, decidendo se erogare o meno le agevolazioni fiscali richieste.

Per il calcolo dell’Isee serve la dichiarazione sostitutiva unica, che comprende le informazioni relative al nucleo familiare e prevede: il quadro A relativo ai dati sul nucleo familiare; il quadro B relativo ai dati sulla casa di abitazione; il quadro C per la richiesta di prestazioni universitarie; il quadro D da compilare nel caso di genitori non coniugati; il quadro FC1 con i dati del componente; il quadro FC2 con i dati del patrimonio mobiliare; il quadro FC3 con i dati del patrimonio immobiliare; il quadro FC4 che riporta redditi e trattamenti per l’Isee; il quadro FC5 con i dati relativi agli assegni periodici per coniuge e figli; il quadro FC6 con relativi dati su autoveicoli ed altri beni durevoli.

Tra le principali novità dell'Isee 2016 spiccano l’aggiornamento dell'anno da riportare e i dati relativi alle dichiarazioni e certificazioni fiscali per il periodo d’imposta 2014; la nuova denominazione della casella riferita a soggetti in età inferiore ai 18 anni, presente nel Quadro A e da barrare se il minore nell’anno di riferimento non abbia goduto di trattamenti, redditi o avuti altri patrimoni mobiliari ed immobiliari; l’introduzione per lo studente universitario della caso dell’unico genitore separato; e l’inserimento del Quadro FC8 del modulo FC.3 da barrare se il componente è esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi o di sospensione degli adempimenti tributari a causa di eventi eccezionali.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marianna Quatraro pubblicato il