BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni oggi giovedì novità 25 Febbraio: novità ultime su pensione anticipate, flessibilità, coppie di fatto, legge fornero oggi

Gli italiani chiedono a gran voce al premier un cambiamento concreto dell’attuale legge pensioni: quali le altre priorità e prospettive




PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIMEgiovedì OGGI (AGGIORNAMENTO):  Sempre oggi vi sarà la prima fiducia per le coppie di fatto che avrà sicuramente ripercussioni sulle novità per le pensioni soprattutto a livello di maggioranza che viene a realizzarsi con l'igresso dei verdiani ed uno spostamento più verso al centro verso il cosidetto partito della nazione con un aumento della forza dell'ala moderata centrista e cattolica come è evidente dalle ultime notizie e ultimissime. Quali cambiamenti porterà tutto questo per le novità per le pensioni?

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIMEgiovedì OGGI (AGGIORNAMENTO): Nuova giornata che si preannuncia molto intensa per quanto riguarda le novità sulle pensioni oggi giovedì 25 Febbraio con numerose ultime notizie e ultimissime già arrivate o in arrivo sul tema delle novità per le pensioni e i cambiamenti all'attuale legge Fornero. 
Si attende oggi l'importante incontro di Itinerari Previdenziali, ma anche tra oggi e domani il voto di fiducia per le coppie di fatto che è una vera a epopria svolta nella maggioranza che non potrà non avere risvolti per quanto riguarda anche tanti altri temi tra cui le novità per le pensioni come vedremo.
Flessibilità e pensione anticipata sono le parole chiave che si leggono, riprendendo, il discorso di ieri, nei risultati dell'indagine online che continua ad avanzare e avere ottimi risultati in termini di partecipazione e saranno anche i temi chiavi dell'evento di oggi dedicato alle novità per le pensioni organizzata come si diceva da Intinerari Previdenziali appuntamento ormai consueto da diversi anni.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME mercoledì OGGI (AGGIORNAMENTO): Continuano ad aumentare le risposte al sondaggio lanciato dal Premier che sono arrivate verso circa 20mila. Non vi sono risultati ufficiali, ma le novità per le pensioni le richieste per dei cambiamenti sono tante e numerose e la mobilitazione sembra continuare dalle ultime notizie e ultimissime. Ma quanto sarà ascoltata questa richiesta di novità per le pensioni?

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME martedì OGGI (AGGIORNAMENTO): Avviato il sondaggio, ma subito una docca fredda sulle novità per le pensioni dal Premier Renzi che in una intervista radiofonica ha detto che la richiesta delle pensioni minime di un aumento sarebbe sicuramente da accogliere, ma non ci sono i soldi e che l'obiettivo principale rimane diminuire il debito.

Nonostante l’acceso dibattito sulla questione previdenziale continui, non sono certo positive le ultime notizie: il premier ha lasciato intendere, infatti, che non vi sarà alcuna novità per le pensioni nell’immediato, né in maniera strutturata né singoli cambiamenti, e che probabilmente qualcosa potrebbe iniziare a muoversi solo dopo le elezioni amministrative. Il problema, contrariamente a quanto dichiarato da alcuni esponenti di forze politiche come Rizzetto del M5S, sarebbero ancora i soldi mancanti tanto che l’Europa potrebbe aprire una nuova procedura di infrazione contro l’Italia. Intanto le discussioni e i programmi di lavoro sulle pensioni vanno avanti, tanto che, nonostante le smentite, è stata annunciata la presentazione del nuovo piano pensioni, anche se ancora non si sa se da parte dell’esecutivo o del Dicastero dell’Occupazione.

E si tratta di un percorso di cambiamento già iniziato, seppur in minima parte, con l’avvio dell’iter di approvazione della norma contro l’indigenza. Saranno, tuttavia, lunghi i tempi e l’obiettivo primario, come voluto da molti, sarà innanzitutto procedere alla divisione tra pensioni e assistenza, nonostante i problemi che si creeranno, ma necessaria per riuscire ad approvare cambiamenti successivi positivi per le pensioni stesse. Lo stesso premier, dopo aver fatto il bilancio di quanto realizzato in questi due anni di esecutivo sotto la sua guida, ha deciso di usare la rete per chiedere agli italiani cosa vorrebbero che venisse ancora realizzato.

Da quanto emerso, la priorità assoluta sarebbe un netto taglio delle tasse, seguito da novità che interessassero reddito di cittadinanza; lavoro; pensioni, dal’aumento degli assegni minimi, al taglio delle pensioni d’oro, alla revisione dei requisiti di uscita dal lavoro; sicurezza; semplificazione e tempi più rapidi per la burocrazia; lotta all’evasione fiscale e tempi della giustizia più veloci; abolizione dei vitalizi dei politici e approvazione delle unioni civili. Con particolare riferimento a voti e percentuali, i risultati dell'indagine della stampa riportano: il 19% chiede un taglio delle tasse, con 1454 voti; un 10% chiede significativi interventi per il lavoro (801 voti); ben li 21% chiede modifiche alla legge pensioni attuale (1599 voti); 12% norme per la lotta all'evasione fiscale (912 voti); il 3% chiede maggiori misure per la sicurezza (251 voti) e un altro 3% chiede l’istituzione del reddito di cittadinanza (265 voti); il 5% chiede efficaci leggi anti-corruzione (346 voti) e un altro 5% tempi della giustizia più rapidi (348 voti).

E ancora dai sondaggi emerge che un 6% chiede uno snellimento della burocrazia (496 voti); un 11% l’abolizione dei vitalizi dei politici con 859 voti; un 4% chiede a gran voce l’approvazione delle unioni civili con 333 voti. Da quanto si nota la priorità degli italiani è la modifica delle norme pensioni in vigore, con la revisione dei requisiti di uscita dal lavoro, che continuano ad essere considerati troppo rigidi. Non a caso il sistema previdenziale italiano risulterebbe il più rigido d’Europa. Ciò che i cittadini chiedono al premier è rendere i piani di pensione anticipata concreti, in modo da sostenere lavoratori, pensionandi e rilancio dell’occupazione giovanile, pur se con penalizzazioni necessarie.

Ciò che stupisce dei risultati dell’indagine, soprattutto in riferimento al tema pensioni, è che ad auspicare novità concrete non sono solo i lavoratori prossimi alla pensione che hanno visto allungarsi i loro tempi di uscita, ma anche tantissimi giovani, sia occupati che disoccupati, ma che temono fortemente per il loro futuro pensionistico e chiedono aggiustamenti e prime certezze già da ora. Ma sarà impossibile averle fino a quando l’esecutivo resterà bloccato sull’attuazione delle novità pensioni richieste ormai a gran voce e da tempo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il