BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Certificazione Unica 2016: INPS e Agenzie Entrate divisione per proroga Cu Ordinario, Cu Sintetico. I punti a favore e contro

La partita della proroga dei tempi di consegna della Certificazione Unica 2016 all'Agenzia delle entrate è ancora aperta.




CERTIFICAZIONE UNICA 2016: novita' e ultime notizie oggi giovedì 25 Febbraio: Quando manca poco alla prima scadenza, l'Agenzia delle entrate sembra divisa sul da farsi così INPS. Nel frattempo il Milleproroghe dovrebbe dare se confermato una prima proroga sul 730 precompilato

Si accorciano i tempi per la presentazione della Certificazione Unica 2016. Dinanzi alla scadenze indicate del 7 marzo per la trasmissione all'Agenzia delle entrate e del 28 febbraio per il rilascio, si compatta il fronte di chi chiede una proroga. Da una parte ci sono le solite sovrapposizione fiscali, che in base all'angolazione da cui si guardano possono essere un pro o un contro, e dall'altra le tante novità introdotte, sia dal punto di vista dei contenuti e sia del software da utilizzare, a spingere per la richiesta di slittamento dei tempi. In ballo, si ricorda, ci sono sia i redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati sia redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi.

La richiesta alternativa è quella della mancata applicazione delle sanzioni nel caso di ritardi più o meno lievi. A breve sono attese novità che dovrebbe dirimere una volta per tutte questa situazione. Provando a mettersi dalla parte del contribuente ovvero di dipendenti, pensionati, percettori di redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente, percettori di redditi di lavoro autonomo, si fa presente che la Certificazione Unica 2016 deve essere ricevuta in duplice copia al contribuente dai datori di lavoro, sostituti d'imposta o enti eroganti e dagli enti pubblici o privati che erogano trattamenti pensionistici, entro il 28 febbraio ovvero entro 12 giorni dalla richiesta del dipendente in caso di cessazione del rapporto di lavoro.

Tra le novità di quest'anno si segnalano la presenza dei dati relativi alle somme liquidate a seguito di procedure di pignoramento presso terzi e le somme corrisposte a titolo di indennità di esproprio, altre indennità e interessi. Questa modalità deve essere seguita anche in presenza di più rapporti di lavoro rilasciate dal sostituto per lo stesso periodo d'imposta. A ogni modo, il sostituto d'imposta può trasmettere al contribuente la certificazione in formato elettronico purché sia comunque disponibile quella cartacea ovvero possa essere regolarmente stampata.

Stando a quanto indicato dall'Agenzia delle entrate, questa modalità di consegna può essere utilizzata solo nei confronti di quanti sono dotati degli strumenti necessari per ricevere e stampare la certificazione rilasciata per via elettronica. Di conseguenza è esclusa, ad esempio, se il sostituto è tenuto a rilasciare agli eredi la certificazione relativa al dipendente deceduto o se il dipendente ha cessato il rapporto di lavoro. In ogni caso, spetta al sostituto d'imposta il compito di accertarsi che ciascun soggetto si trovi nelle condizioni di ricevere in via elettronica la certificazione.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il