BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni novità giovedì oggi 25 Febbraio 2016 come e quando su separazione pensioni-assistenza, pensioni anticipate,ricongiunzioni

Il percorso sulle pensioni sembra già tracciato, ma ci sono alcuni importanti snodi da affrontare. Novità all'orizzonte?




PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME GIOVEDI' OGGI (AGGIORNAMENTO): Infatti, per quanto riguarda i temi, non avverrà nulla ora, ma se tutto andrà bene tra oltre un anno anche perchè la delega sull'Indigenza potrebbe impiegarci anche due anni e di fatto non è anora partita seppur è stata presentata come sappiamo dalle ultime notizie e ultimissime. E poi per ulteriori novità per le pensioni, per il famoso progetto dell'esecutivo per la riforma si potrebbe pensare ad una ulteriore delega nella prossima manovra finanziaria e non decreti attuativi immediati. A questo punto i primi effetti si potrebbe vedere reali nel 2018, proprio guarda caso prima delle elezioni politiche, dove da tutte le indagine fatte le novità sulle pensioni vengono ritenute fondamentali.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME GIOVEDI' OGGI (AGGIORNAMENTO): Appare chiaro che la strategia ideata dall'esecutivo sta procedendo per le novità per le pensioni seppur in parte sottotraccia e non compresa da tutti , il fatto che è iniziata. Le modalità sono quelle che era state dette in tempi non sospetti con un riordino generale degli aiuti, sostegni e detrazioni,  come indicato nelle ultime notizie e ultimssime della Delega per le misure contro l'indigenza, per poi passare se i fondi sbloccati in questo modo lo permetterano a fare qualcosa per le pensioni anticipate. E anche i tempi coincidono perfettamente.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME mercoledì OGGI (AGGIORNAMENTO): Quando saranno attuate le novità per le pensioni? In che tempi e in che modi con gli scenari e le prospettive che si stanno concretizzando anche con riferimento alle ultime notizie e ultimissime non certo buone a livello economico e non solo. Lo abbiamo visto sotto e lo vedremo nelle prossime news

Tempo di pensare alle novità pensioni, rispetto a cui camere ed esecutivo stanno lavorando con gradualità e costanza. Naturalmente c'è il Milleproroghe da seguire da vicino, se non altro perché è ormai sulla vita dell'approvazione. Rispetto al passato il confronto nelle assemblee parlamentari è stato dal punto di vista mediatico sotto tono. L'attenzione è stata rivolta ad altre questioni al centro del dibattito politico nazionale e sovranazionale. Tuttavia non ci sono grandi novità e non sono da metterne in conto all'ultimo minuto. Poca volontà politica a parte, ci sono anche problemi di disponibilità economica a frenare l'introduzione di cambiamenti.

Anche se in maniera indiretta ci sono anche le pensioni nella discussione sulla legge delega relativa alle misure per la lotta all'indigenza. In ballo ci sono tanti soldi pubblici e di conseguenza sono previsti aggiustamenti e correzioni al testo originario. Proprio per questo i tempi per la sua approvazione rischiano di essere mediamente più lunghi, ma di conseguenza le pensioni possono entrare con maggiore facilità al centro delle confronto sulle modifiche da apportare. In ogni caso, la partita è aperta anche e soprattutto sul fronte della divisione tra spesa per assistenza e spesa per previdenza. Si tratta di uno dei cavalli di battaglia del presidente dell'Istituto nazionale della previdenza sociale con inevitabili e immediate conseguenze sulle pensioni.

Solo un paio di mesi fa la manovra finanziaria è diventata legge ma le attenzioni sono già puntate sul prossimo Documento economico e di finanza che indicherà la direzione presa da Palazzo Chigi, anche in riferimento alle disponibilità economiche da dirottare sulle pensioni. In qualche modo si tratta dell'anticamera della stessa manovra del prossimo anno, da sempre considerato lo strumento idoneo sia dal presidente del Consiglio e sia dal ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali per introdurre novità sulle pensioni. Naturalmente resta da scoprire se ci saranno veri cambiamenti. Alla luce delle poche misure sulle pensioni previste negli ultimi due anni, è lecito nutrire perplessità.

Le possibilità sono due. Da una parte rinviare le modifiche sulle pensioni al 2017, andando così nella scia delle recenti strategie dell'esecutivo. Dall'altra qualche novità sulle pensioni potrebbe essere prevista nella seconda parte dell'anno, magari tra le elezioni comunali, che coinvolgeranno anche le importanti città di Milano, Roma, Napoli e Torino, e il referendum costituzionale. In ogni caso si procederà con molta cautela perché le pensioni rimangono sempre una materia delicata.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il