BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni si attendono novità autorevoli da Congresso Percorsi Previdenziali su riforma pensioni per fare chiarezza: novità giovedì

Il Consiglio superiore della magistratura ha cominciato a esaminare la nomina per il posto di procuratore capo a Milano.




PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME mercoledì OGGI (AGGIORNAMENTO): All'incontro di oggi giovedì di Itinerari Previdenziali, infatti, diverse novità sulle pensioni ufficiali vi potranno essere quasi sicuramente in quanto parleranno il Ministro del Lavoro, il Vice Ministro dell'Economia e il Presidente del Comitato Ristretto a Montecitorio per le novità per le pensioni. Si era parlato anche nelle ultime notizie e ultimissime di una presentazione di un piano ufficiale dell'esecutivo, ma vi sono dei dubbi date anche dalle affermazioni viste sotto.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME mercoledì OGGI (AGGIORNAMENTO): Tanti e importanti personaggi continuano più o meno chiaramente a smentire novità sulle pensioni di qualunque genere e sono fonti come abbiamo visto nelle ultime notizie e ultimissime sotto anche di una certa importanza. E poi, domani giovedì, ci si attendono novità per le pensioni molto importanti dal Convegno che si terrà ad Itinerari Previdenziali direttamente da Responsabili o vice responsabili di importanti dicasteri e non solo.

Non tendono all'ottimismo le ultime notizie sulle pensioni aggiornate a oggi mercoledì 24 febbraio 2016.

Pensioni. C'è da credere all'introduzione di novità sulle pensioni? I dubbi sono tanti perché le ultime notizie non sembrano suggerire che sia questa la direzione intrapresa. Solo per citare la ultime affermazioni, quelle del viceministro dell'Economia Enrico Zanetti sono tutt'altro che positive. A suo dire non ci saranno novità sulle pensioni semplicemente perché non rientrano tra le priorità programmatiche dell'esecutivo. E tanto per mettere le cose in chiaro, ha prospettato l'aumento della fiscalità generale come forma di finanziamento di eventuali cambiamenti nel sistema delle pensioni. Le dichiarazioni non stupiscono perché vanno nella scia di quelle del ministro dell'Economia, costantemente contrario a modificare l'attuale legge previdenziale.

E lo stesso ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, dopo l'iniziale fervore sulle pensioni si è un po' spento. A suo dire Palazzo Chigi ha ancora bisogno di studiare e di effettuare ulteriori valutazioni prima di decidere se e come cambiare le pensioni in Italia. Ecco allora che oltre al disegno di legge delega contente le misure di contrasto all'indigenza, il provvedimento più credibile sulle pensioni al centro delle discussioni è quello relativo all'introduzione dell'assegno universale. Allo stato di tratta dell'unica disposizione sulle pensioni su cui Bruxelles accenderebbe il semaforo verde con più facilità.

Barilla. Quando si dice lavorare da casa. Il progetto Smart working di Barilla prevede che nel giro di quattro anni lo potranno fare tutti i dipendenti. Significa, spiega Alessandra Stasi, responsabile Organization & People Development, "lavorare dovunque, comunque e in qualunque momento. E in secondo luogo vuol dire utilizzare gli spazi in un modo diverso: abbiamo lavorato molto nelle varie sedi per riorganizzare gli uffici intorno alle attività di collaborazione, di comunicazione, di concentrazione individuale, che oggi possono essere fatte anche da remoto. Il terzo aspetto sono le tecnologie digitali".

Multe ausiliari. C'è un'importante sentenza della Corte di Cassazione in merito alle multe comminate agli automobilisti distratti e indisciplinati. Quelle degli ausiliari valgono solo se relative alle strisce blu. La decisione ha preso le mosse dalla cancellazione della sanzione per un'autovettura sul marciapiede. Nel testo si legge: "Poiché la violazione concerneva la sosta su un marciapiede non funzionale al posteggio o alla manovra in un'area in concessione e neppure alla circolazione in corsie riservate ai mezzi pubblici, si è ritenuto che l'accertamento potesse essere compiuto esclusivamente dagli agenti di cui all'articolo 12 del codice della strada e non anche dagli ausiliari del traffico".

Procura. Il Csm ha cominciato a esaminare la nomina per il posto di procuratore capo a Milano, incarico lasciato vacante da Edmondo Bruti Liberati. L'iter si completerà secondo le previsioni nel giro di un mese. Quattro sono le candidature forti attualmente in lizza (Alberto Nobili, Francesco Greco, Giovanni Melillo e Giuseppe Amato), ma l'obiettivo del vicepresidente del Csm Giovani Legnini è di giungere a un nome che raccolga un fronte il più possibile ampio di consensi. Attualmente sono 85 i magistrati in organico alla Procura della Repubblica di Milano; di questi. Quelli in servizio sono 79.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il