BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Riforma pensioni novità ufficiali aperture quota 41, mini pensioni,quota 100 e novità Itinerari Previdenziali cosa stato detto

Ultime indicazioni su eventuali prossimi cambiamenti pensionistici dalle puntate di ieri sera dei talk show: posizioni su mini pensioni, pensioni d’oro e quota 41




PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE, ULTIMISSIME VENERDI' OGGI (AGGIORNAMENTO ore 9,44): Nella giornata di oggi si attende il rapporto dell'Unione Europea che già si conosce che conterrà diversi rilievi nonchè l'incontro tra Juncker e il Premier dove si potrà capire un pò di più (ma senza avere risposte ufficiali e finali) ovviamente quali margini e fondi ci saranno per le novità per le pensioni e l'eventuale riforma anche programmata come detto sotto tra le ultime notizie e ultimissime tra due anni, ma che deve avere, comunque, già dei fondi disponibili, almeno un minimo. E la situazione al momento appare tutta in salita.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE. ULTIMISSIME GIOVEDI' OGGI (AGGIORNAMENTO ore 8:10):  Il primo a parlare sulle novità delle pensioni emerse dall'importante di ieri è stato il Presidente del Gruppo Ristretto per le novità per le pensioni come abbiamo visto nelle ultime notizie e ultimissime notizie. Il confronto dove hanno partecipato, lo ricordiamo, importanti politici e studiosi, ed esperti si è concluso nel tardo pomeriggio e attendiamo le indicazioni ufficiali con i singoli interventi avvenuti di cui vi daremo resoconto appena disponibili aggiornamenti.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE. ULTIMISSIME GIOVEDI' OGGI (AGGIORNAMENTO ore 19:03): Iniziano ad arrivare i primi resoconti dell'importanti incontro che si è tenuto con Ministri ed esperti a Roma Itinerari Previdenziali per le novità per le pensioni. Tra le ultime e ultimissime notizie vi è la prima di Damiano che spiega che dati alla mano quota 41 possono andare senza penalità in pensione e che quota 100 permette di uscire con 35 anni di contributi, 4 anni prima delle regole attuali con una penalità del 2% con un costo assolutamente sostenibile e con risparmi, dati alla mano, dopo 20 anni. Dopo 20 anni, i costi supportati, sarebbero non solo aopreggiati ma si risparmierebbe senza contare l'aumento dell'occupazione.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE. ULTIMISSIME MERCOLEDI' OGGI (AGGIORNAMENTO ore 16:40): Non è che si potranno fare subito le novità per le pensioni e sui tempi c'è un accordo unanime, mentre suoi modi ( e se farle o meno) qui vi sono le divisioni per le ultime notizie e ultimissime. Sicuramente, le novità per le pensioni effettive se mai saranno fatte con una riforma pensioni strutturata non arriveranno se non entro due anni, neppure l'anno prossimo dovo invece, vi sarà l'iter delle norme che non saranno fatte con decreti attuativi ma leggi delega che comportano parecchio tempo, anche due anni di lavoro. E una di queste, fondamentale, è appena appena iniziata adesso e stiamo parlano di quella contro l'Indigenza.

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE. ULTIMISSIME MERCOLEDI' OGGI (AGGIORNAMENTO ore 15:03): Confronto che si fa ancora più interessante dopo le timide aperture a delle novità per le pensioni di Nannici che non a caso era stato scelto nella sorta di rimpasto tra i vari ministeri e che è un collega e un amico con cui hanno lavorato insieme a diversi studi sulle pensioni con il Presidente dell'Isituto di Previdenza l'unico che sembra aver abbastanza chiara la via da intraprendere e il cui progetto sarebbe di fatto quello dell'esecutivo nonostante alcune punti di disaccordo con i Ministri e i tecnici dell'Economia (soprattutto) e del Lavoro (alcuni)

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE. ULTIMISSIME MERCOLEDI' OGGI (AGGIORNAMENTO ore 13:36): Tra meno di un'ora inizierà Itinerari Previdenziali l'incontro dove parteciparanno gli ospiti che abbiamo detto sotto nelle ultime notizie e ultimissime ed esperti e studiosi per parlare delle novità per le pensioni. Ve ne daremo reseconto appena disponibile con tutte le novità e ultime notizie aggiornate. 

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE. ULTIMISSIME MERCOLEDI' OGGI (AGGIORNAMENTO ore 9:17): Non vi sarà solo il responsabile dell'Occupazione, ma oltre a diversi studiosi ed esperti di pensioni, vi sarà il Vice Ministro del Tesoro e il Presidente del gruppo Ristretto per le novità per le pensioni. L'incotnro inzierà nel pomeriggio e sarà a porte chiuse rigorasamente su invito. Se si vanno a rivedere le ultime notizie e ultimissime degli incontri precedenti sono sempre emerse novità per le pensioni interessanti

PENSIONI NOVITA' E PENSIONI ULTIME NOTIZIE. ULTIMISSIME MERCOLEDI' OGGI (AGGIORNAMENTO oren 7:57):  E' finalmente giunto il momento dell'incotnro annuale di Itinerari previdenziali dove ormai da diversi anni si fa il punto sulle novità per le pensioni e l'intero sistema. Quest'anno è ancora più atteso dopo che tra le ultime notizie e ultimissime è apparsa l'affermazione del Ministro dell'Occupazione invitato a parlare di dare indicazioni se non, secondo indiscrezioni, addirittura un piano sulle novità per le pensioni. Staremo a vedere e vi racconteremo tutti i fatti.

Anche ieri sera, martedì 23 febbraio, sono emerse novità per le pensioni dalle puntate di Di Martedì su La 7 e Ballarò su Rai Tre. Proprio durante Di Martedì sono state confermate le ultime notizie secondo cui sarebbe tornata in auge l’ipotesi di modifica dell’attuale legge con sistema di mini pensione, che potrebbe affiancare i piani di quota 100 e quota 41. Ma anche in riferimento alla mini pensione che permetterebbe di andare in pensione fino a 4 anni prima rispetto alla soglia di età oggi fissata, con penalizzazioni, c’è poca fiducia da parte di tutti che qualcosa di riesca a fare concretamente.

Del resto, è ormai oltre un anno che si parla di piani di uscita prima ed è oltre un anno che non si riesce a trovare una soluzione universale e definitiva. Nel dibattito previdenziale di DiMartedì è intervenuto anche l’ex ministro del Lavoro che ha confermato come l’applicazione di quota 41 non dovrebbe prevedere alcuna penalizzazione e, avendo costi limitati, sarebbe il cambiamento ideale.

Interviene anche l'ex Ministro del Lavoro e conferma come tutti a quota 41 dovrebbero uscire senza penalizzazioni e che le mini pensioni avendo costi limitati sarebbero un ottima idea. Diverso, invece, il discorso della giornalista di Libero ospite in studio che ha spiegato come non sia giusto sostenere le spese assistenziali sfruttando le risorse destinare alle pensioni. L’ideale, come si dibatte da tempo, sarebbe quello di attuare una definitiva divisione tra pensioni e assistenza.

Protagonista della discussione sulle pensioni a Ballarò il presidente della Commissione Lavoro che, come sappiamo, da tempo propone e rilancia metodi e necessità di cambiamenti delle attuali norme che, a suo dire, ma come anche confermato dall’andamento di lavoro e occupazione, soprattutto giovanile, sono decisamente penalizzanti. Anche a Ballarò si parla del ritrovato sistema di mini pensione per l’uscita anticipata con un prestito. In questo caso, però, emerge come i pensionandi stessi non ne siano poi così entusiasti. E se da una parte di tratta di un pochissimo entusiasmo da parte di coloro che dovrebbero usufruirne pur di andare in pensione prima, dall’altra, secondo alcuni dirigenti d’azienda, si tratterebbe di un sistema insostenibile, perché con la crisi economica che si riversa sulle aziende stesse non si potrebbe pensare a tale piano di prepensionamento che comunque implicherebbe l’impiego di risorse da parte delle stesse aziende.

Contraria all’ipotesi di mini pensione la Lega, parere espresso in studio da alcuni esponenti del partito. Il presidente della Commissione Lavoro torna a ribadire come quest’anno è necessario che l’esecutivo lavori per garantire una maggiore flessibilità pensionistica. Se ne parla ormai da troppo tempo ed è arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti. Per il bene del Paese e la tenuta dell’occupazione. E torna a rilanciare la sua proposta di uscita prima a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni, fino ad un massimo dell’8% sull’assegno finale.

Secondo alcuni ospiti in studio si tratta di un proposta decisamente interessante e che sembra andare nella giusta direzione, sempre, però, con l’unica accortezza di dover chiarire da dover reperire le risorse per sostenerne l’attuazione. In discussione anche i tagli alle pensioni d’oro e la proposta di uscita con quota 41 che sosterrebbe parecchio la pensione di coloro che sono entrati giovanissimi nel mondo del lavoro.

Nonostante lacune da colmare decisamente sul suo operato, i risultati di alcuni sondaggi resi noti da Ballarò riportano il Pd in testa ai sondaggi di voto, alla domanda se il 2016 sarà davvero l'anno delle novità per le pensioni, il 59,2% degli intervistati è convinto che non si farà ancora nulla e solo un 16,5% è fiducioso del fatto che qualche modifica sarà attuata. E alla domanda, invece, se il governo abbia agito in maniera efficace con le riforme attuate, secondo il 23,9% ha fatto bene sul lavoro, sulle tasse, per il 12,5%, sull'0immigrazione, per il 7,6%, e sulla sicurezza, per il 4,5%.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il