BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Partita Iva 2016 atteso nuovo DL ed entrata in vigore e Canone Rai 2016 decreto attuativo per capire chi paga e come funziona

Si attendono ancora provvedimenti che rendano definitivi e ufficiali alcune delle misure approvate dall’esecutivo: quali sono e cosa prevedono




Siamo ancora in attesa di provvedimenti che rendano definitivi e ufficiali alcune delle misure approvate dall’esecutivo: stiamo parlando del nuovo Dl per l’entrata in vigore delle nuove misure di tutela e sostegno per i lavoratori autonomi con partita Iva e per chi lavora da casa, e del decreto attuativo per capire quali sono le regole ufficiali relative al pagamento del Canone Rai visto che vi sono ancora questioni irrisolte. Partendo dal Dl per le novità delle Partite Iva 2016, è bene spiegare che novità per i liberi professionisti non riguardano soltanto il nuovo regime agevolato per chi decide di aprire una nuova Partita Iva ma anche una serie di misure volte, finalmente, ad estendere anche ai lavoratori autonomi tutele e sostegni, così come quelle dei dipendenti.

Si tratta di misure che prevedono incentivi economici e premi produttività anche per il lavoro agile, cioè per coloro che lavorano da casa, considerando che anche le loro prestazioni possono contribuire ad aumentare la produttività dell'azienda e il premio produttività sarebbe di 2mila euro tassato al 10%. Per chi lavora da casa, dovrà essere previsto un trattamento economico non inferiore a quello dei lavoratori dipendenti della stessa azienda, a parità di mansioni svolte; l’assicurazione sugli infortuni; e riposi spettanti come quelli riservati a coloro che lavorano sempre in sede.

Previste anche tutele per pagamenti entro il limite di 60 giorni; possibilità di dedurre tutte le spese di formazione, aggiornamento professionale o iscrizione a convegni o congressi dall’imponibile fino a 10 mila euro l’anno, che scendono a 5 mila per le spese per certificazioni professionali; erogazione dell’assegno di maternità per 5 mesi non più vincolato alla sospensione dell’attività lavorativa, ma da erogare anche se la lavoratrice autonoma decide di continuare a lavorare fino a quando le è possibile; congedi parentali più lunghi; e possibilità di sospensione del pagamento dei contributi sociali fino a un massimo di due anni, nei casi di gravi malattie, comprese quelle oncologiche, di durata superiore ai 60 giorni. Il pagamento potrà essere poi ripreso, anche rateizzato, per un periodo triplo rispetto a quello della malattia.

Passando al decreto attuativo per capire le regole e i chiarimenti ufficiali i pagamento del Canone Rai. La norma interessa soprattutto definizione dei dettagli del nuovo pagamento del Canone Rai e per cui devono sarebbero dovuti trascorrere 45 giorni dall’entrata in vigore della nuova Manovra. Attesa anche la regolamentazione per chi non possiede una tv e le modalità per inviare la dichiarazione e presentarla all’Agenzia delle Entrate, alla Direzione provinciale I di Torino- Ufficio territoriale- Sportello S.A.T

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il