BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa Terzo 2016, Concorso Scuola Nuovo, Mobilità: iscrizioni, calendario prova scritta e orale, punteggi ufficiali definitivi

Nuovi incontri sindacati Miur su questioni della scuola a possibili ritardi per bandi di nuovo concorso della scuola e nuovo Tfa 2016




TFA TERZO CICLO 2016, CONCORSO SCUOLA, MOBILITà novità e ultime notizie oggi sabato 27 Febbraio 2016: Se per il primo e e il terzo ci potranno essere ancora cambiamenti, ben difficilmente ci saranno per il cocnoros scuola il cui bando è stato approvato ieri sera ufficiale. I tre bandi per l'esatezza. 
Ricordiamo che per le iscrizioni vi sarà un unico portale di riferimento e nell'iscrizione si potrà scegliere facendo solo domanda online su Internet una regione (se scelte di più vi è eslcusione automatica). L'indirizzo esatto è: http://www.istruzione.it/concorso_docenti/index.shtml

Non ci sono ancora notizie precise quando avverrà la prova scritta e orale, ma si sa che entro il 12 Aprile dovrà essere comunicato.
La prova scritta del nuovo concorso della scuola sarà computer-based, consisterà nel dover rispondere ad otto domande a risposta aperta di cui due in lingua straniera, tra cui si potrà scegliere tra inglese, francese, tedesco e spagnolo; la prova orale prevede invece la simulazione di una lezione in classe e un colloquio con la commissione, volto ad accertare competenze disciplinari, didattiche e pedagogiche. 

La prova scritta assegnerà un punteggio pari a 40 punti e avrà una durata di due ore e mezza; la prova orale, invece, durerà 45 minuti, 35 per la lezione simulata e 10 per il colloquio finale. 

Ai fini della graduatoria finale, saranno considerati ovviamente anche i titoli: gli aspiranti docenti in possesso del titolo di dottore di ricerca avranno 5 punti aggiuntivi, 3 punti per le pubblicazioni di particolare rilevanza per la classe afferente al concorso, 2 punti per il possesso di lauree ulteriori rispetto a quella per l'accesso all'abilitazione, 0,5 punti per master, diplomi di perfezionamento conseguiti dopo la laurea o l'abilitazione all'esercizio di una libera professione che abbia a che fare con l'insegnamento scelto dal candidato, e per il servizio prestato sullo specifico posto o classe di concorso per la quale si procede alla valutazione.


Il provvedimento sulla mobilità della scuola territoriale si appresta ad essere vagliato dal Mef, che dovrà definirne in maniera ufficiale le novità. Con la successiva Ordinanza ministeriale saranno definite modalità e tempi di presentazione delle domande; informazioni sulle modalità di presentazione delle domande per l'assegnazione della sede ai docenti che rientrano dal collocamento fuori ruolo e per l'assegnazione della titolarità su scuola ai docenti DOS che vogliono avere la titolarità presso l'istituto in cui stanno svolgendo servizio; informazioni sulla documentazione e le certificazioni da allegare alle domande di mobilità presentate; e su rettifiche, revoche e rinunce.

Intanto, in sindacati oggi incontrano esponenti del Miur per discutere delle misure previste dalla nuova mobilità e relative date di scadenza. Tutto, invece, è ancora in corso di definizione per quanto riguarda il terzo ciclo del Tfa. Assodati i requisiti necessari per accedervi, manca ancora la data di pubblicazione del bando. Era prevista per questo mese, ma slitterà a marzo o probabilmente ad aprile. Molto dipenderà dal tempo che il Miur impiegherà per correggere alcuni errori riscontrati nel provvedimento che ha ufficializzato le nuove classi di concorso e che è già stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Proprio questo errore potrebbe far slittare anche la pubblicazione del bando ufficiale del nuovo concorso della scuola. Il problema deriva da una confusione fatta tra le classi A23 e A25 e che dovrà essere corretta in breve tempo, si spera. L'errore è nell'allegato A1 che riporta gli esami che aspiranti docenti avrebbero dovuto sostenere durante il percorso di studi delle lauree del vecchio ordinamento e che permettono l'accesso al nuovo concorsone.

Risulterebbe infatti inserita anche la classe A23, cioè, lingua italiana per studenti di lingua straniera, che però è una nuova classe di concorso, per cui non sono riportati anche i relativi che si sarebbero dovuti sostenere, mentre per la classe A25, cioè Lingua inglese e seconda lingua comunitaria nella scuola secondaria di primo grado, ci sono gli esami ma la classe non rientra nell'allegato A1.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il