BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016 e bolletta elettricità: nuovo allarme per calcoli sbagliati in seconda oltre problemi Canone Rai chi paga e come

Rischi di maxi bollette della luce oltre ad addebito del Canone Rai 2016: attesi chiarimenti da tecnici e come evitare doppio pagamento




Il nuovo pagamento del Canone Rai in bolletta elettrica sta creando non pochi problemi, tanto nei consumatori, che si troveranno a dover versare importi maggiori con l’arrivo delle bollette elettriche, tanto per i tecnici del Ministero dello Sviluppo, ancora alla prese con ultimi dubbi da chiarire. Il timore, infatti, è quello di maxi bollette derivanti da calcoli errati che possano portare i consumatori a dover pagare cifra esorbitanti, dovute dai cambiamenti previsti nella bolletta elettrica per il debutto della tassa tv al suo interno.

Le solite voci di pagamento che prevedono i servizi di vendita del fornitore incidono per il 44% sull’importo totale; servizi di rete che riguardano il costo delle attività di trasporto dell’energia elettrica sulle reti di trasmissione nazionali, di distribuzione locale e comprendono la gestione del contatore; gli oneri generali; e l'Iva, si arricchiranno, infatti, della rata dovuta per il versamento del Canone Rai. Secondo l'Osservatorio sull'energia della Cna, oltre un quarto delle bollette ricevute da micro e piccole imprese sarebbero gonfiate e la richiesta ai tecnici è una revisione del sistema di conguagli e stime che fanno vivere nell’incertezza imprese e comuni cittadini.

E’, dunque, necessario stabilire norme precise e universali che regolino tanto il pagamento delle bolletta elettrica quanto il Canone Rai. A tal proposito ricordiamo che quest’anno costerà 100 euro e che può essere diviso anche in dieci rate da 10 euro, da solo per quest’anno il primo addebito sarà di 70 a luglio con la bolletta elettrica di luglio. E’ bene prestare attenzione ai casi di doppio pagamento in cui si potrebbe incorrere. E’, dunque, necessario innanzitutto sospendere i versamenti automatici con rid che prevedono un pagamento automatico del Canone in bolletta per i proprietari di più di una abitazione, anche se in affitto o data in comodato.

Per non pagare il Canone, i contribuenti se non sono in possesso di una tv devono  presentare ogni anno una dichiarazione all’Agenzia delle Entrate, alla Direzione provinciale I di Torino- Ufficio territoriale- Sportello S.A.T., ma per quest’ultimo caso si attende ancora il regolamento che ne definisca le modalità ufficiali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il