BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Certificazione Unica 2016: istruzioni e compilazione, soluzioni errori e risposte domande più comuni. Proroga sempre attesa

Le scadenze di invio della Certificazione Unica, software per compilazione modello sul sito dell’Agenzia delle Entrate, errori e speranze di proroga in extremis: le novità




Anche per quest’anno la Certificazione Unica deve essere compilata e inviata a lavoratori dipendenti e autonomi in due diverse scadenze e modelli: entro lunedì prossimo 29 febbraio, infatti, i datori di lavoro e sostituti di imposta dovranno inviare la Cu al lavoratore, mentre entro il 7 marzo dovrà essere trasmessa all’Agenzia delle Entrate. Il software per la compilazione della Certificazione Unica e relativa applicazione di controllo è disponibile sul sito dell'Agenzia delle Entrate e permette di compilare il modello relativo ai redditi di lavoro dipendente, di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi. Una volta compilato il modello, prima di procedere all'invio definitivo, bisogna attivare la procedura di controllo, capace di trovare, attraverso appositi messaggi di errore, le anomalie o incongruenze riscontrate tra i dati contenuti nel modello di dichiarazione e nei relativi allegati contenuti nel file predisposto per la trasmissione.

Il datore di lavoro può inviare la Certificazione Unica 2016 al lavoratore o in formato cartaceo o vi mail, accertandosi, però, che il contribuente abbia gli strumenti adatti a riceverla telematicamente. La Cu in formato cartaceo comprende due fogli: uno in cui riportare tutti i dati anagrafici di chi ha percepito il reddito, ma anche dei familiari, e una delle novità di quest’anno è quella che prevede l’inserimento nella Cu del codice fiscale del coniuge, anche se non a carico, che servirà per la predisposizione del 730 precompilato 2016 in modo da evitare errori e confusioni creatisi lo scorso anno: e uno in cui devono essere inseriti tutti i dati fiscali, dai redditi percepiti, alle detrazioni, spese, ecc.

Sono dunque, diversi i dati da inserire, fin troppi, tanto che nel corso delle ultime settimane si sono susseguite richieste di proroga di trasmissione della Cu. Le Entrate stesse hanno però lasciato intendere di non essere disposte a concedere alcuna proroga. Nonostante le poche speranze che si prospettano ad oggi, la proroga di invio della Certificazione Unica potrebbe arrivare in extremis anche l’ultimo giorno, rinviando il termine di scadenza del 29 febbraio al secondo, quello cioè del 7 marzo, anche se Caf e commercialisti hanno chiesto una proroga al prossimo luglio.

Ma si tratta di una richiesta considerata quasi impensabile, visto che la Certificazione Unica per lavoro dipendente serve per la definizione del modello 730 precompilato che dovrà essere reso disponibile dall’Agenzia delle Entrate sul proprio sito dal prossimo 15 aprile. Resta solo la possibilità di proroga al 31 luglio di trasmissione delle Cu dei lavoratori autonomi che non presentano il modello 730 precompilato per la dichiarazione dei redditi ma il Modello Unico.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il