BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Canone Rai 2016: chi paga, esoneri, detrazioni prima casa, classificazioni tv, proprietari, intestatari, affitto. Novità settimana

Oltre al canone Rai 2016, questa è stata la settimana del focus sulle bollette pazze al Ministero dello Sviluppo Economico.




Dal canone Rai alle bollette pazze, dai problemi delle aziende a quelli dei singoli contribuenti, la settimana appena trascorsa si è rivelata piuttosto incandescente. In particolare è da segnalare il tavolo tecnico con le Associazioni dei consumatori sulle maxi bollette allestito dal Ministero dello Sviluppo Economico. La partita è evidentemente ancora aperta. Da una parte il Ministero ha invitato i rappresentanti delle Associazioni a comunicare nuove proposte entro l'inizio della prossima settimana e ha dato appuntamento entro la prima metà di marzo per chiudere questa vicenda. Dall'altra l'Osservatorio sull'energia della Cna spiega come le imprese non possano vivere nell'incertezza e "i nuovi strumenti di misurazione dei consumi, contatori sempre più sofisticati, possono, e devono, evitarlo".

Per quanto riguarda il canone Rai, questa è stata la settimana della segnalazione di idee suggerimenti per non pagare il canone Rai. Ma si ricorda che la condizione indispensbile è il mancato possesso di televisore, da comunicare all'Agenzia delle entrate. Da quest'anno non è più possibile chiedere la disdetta legale dichiarando il suggellamento del proprio apparecchio televisivo inviando una raccomandata con ricevuta di ritorno all'Agenzia delle entrate Direzione Provinciale I di Torino. Il mancato versamento del canone Rai, indicato nella bolletta con una voce separata, comporta multe fino a un massimo di 500 euro.

Da segnalare che il canone Rai 2016 si paga invece su ricevitori TV fissi; ricevitori TV portatili; ricevitori TV per mezzi mobili; ricevitori radio fissi; ricevitori radio portatili; ricevitori radio per mezzi mobili; terminale d'utente per telefonia mobile dotato di ricevitore radio/TV; riproduttore multimediale dotato di ricevitore radio/TV, per esempio, lettore mp3 con radio FM integrata.

Per quanto riguarda le categorie esonerate dal pagamento del canone Rai, in prima battuta ci sono gli over 75 anni con reddito familiare di circa 6.700 euro che potrebbe diventare 8.000 il prossimo anno, a cui si aggiungono i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il