BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Festa della donna 2016 frasi, messaggi, video e foto, musei gratis e feste e appuntamenti Milano, Roma, Napoli, Torino, Bologna

Le risorse più interessanti per la Festa delle donne 2016 arrivano naturalmente dalla Rete. Tra le idee migliori ci sono le cartoline elettroniche.




Arriva la Festa della donna 2016 e come al solito l'appuntamento è per l'8 marzo. Così come capita con tutte le festività, la Rete è il mezzo privilegiato per individuare le parole più adatte per fare gli auguri. Frasi, messaggi, video e foto: c'è una risposta per ogni richiesta. Tra i siti di riferimento, ad esempio, segnaliamo frasionline.it, che mete in vetrina sia frasi d'autore sia quelle degli stessi utenti. Questo è un esempio: "Come riusciamo, giorno dopo giorno, a vivere sereni, contenti, come facciamo a ritrovare sempre il sorriso nonostante le tante avversità? Semplice, grazie alla donna che abbiamo accanto! Auguri donne e grazie di esistere!".

Stesso meccanismo per il sito pensieriparole.it. Tra le più gettonate segnaliamo la seguente: "A te Donna che non hai un lavoro, che fai di tutto per andare avanti con la famiglia, a te che hai subito violenza, a te che ti senti discriminata... non mollare mai, continua a lottare per il rispetto e per i tuoi diritti". Una soluzione sempre molta gradita è la cartolina elettronica. Tra i portali più ricchi di proposte c'è ovviamente cartoline.it. Per l'8 marzo 2016 mette a disposizione degli utenti le card parodia Tarzan e Jane, mimose per la festa della donna, mazzo di mimose, sulle note di "Quello che le donne non dicono", auguri a tutte le donne, auguri per la festa della donna, il gentiluovo dell'8 marzo, per le donne amanti della natura, sei la mia ballerina, divertenti auguri per l'8 marzo.

Prova a stare al passo con cartoline animate e personalizzabili anche il sito carloneworld.it. Tutte le card sono gratuite utilizzabili. Oltre ai vari appuntamenti serali per la Festa delle donne 2016 nelle principali città italiane, tra cui Milano, Roma, Napoli, Torino e Bologna, da quest'anno c'è un'opportunità in più. I musei statali, le aree archeologiche e i monumenti statali saranno visitabili gratuitamente ogni 8 marzo. Non tutte le strutture hanno finora predisposto iniziative legate alla Giornata internazionale della donna.

Fino a questo momento si segnalano gli appuntamenti di Parma con "Amori dalla Cenere. Canto di Donna" alla Biblioteca Palatina di Parma; di Roma con "Marisa Albanese. Sentieri di mani" a Palazzo Poli, "Ragazzi leggeri come stracci Pier Paolo Pasolini dalla borgata al laboratorio di scrittura" alla Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, "Il femminismo a Roma negli anni Settanta" alla Biblioteca di storia moderna e contemporanea, "Metà del cielo in tempesta" alla Fondazione AAMOD, Sala Zavattini"; di Pavia con "Donne in Rinascita. Dentro all'alta fantasia" alla Biblioteca Universitaria di Pavia; di Alessandria con "Giornata Internazionale della donna a Libarna" a Serravalle Scrivia, Città romana di Libarna.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il