BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui Variabili Marzo 2016: le migliori offerte con tassi interessi più bassi, spese accessorie, condizioni

Andamento dei mutui in questi ultimi mesi e cosa prevedono le migliori offerte per questo mese di marzo 2016: proposte e condizioni




Le banche spingono sul tasso fisso nonostante la convenienza del mutuo a tasso variabile in realtà persista. Ma il mercato è particolarmente volatile e in tanti oggi si orientano sul tasso fisso: nonostante, infatti, siano previsti pagamento di rate più elevate rispetto a quelle chieste dai mutui a tasso variabile, il loro importo non cambierà mai nel tempo nonostante le oscillazioni del mercato, rimanendo sempre lo stesso e permettendo, dunque, di dormire sonni tranquilli.

Secondo i recenti dati, infatti, ben sei mutui su dieci sono a tasso fisso e scende la percentuale di coloro che scelgono il tasso variabile, che prevede una rata collegata ad un tasso di riferimento, l'Euribor o il tasso Bce, e ogni variazione positiva o negativa di tale tasso si traduce automaticamente in un aumento o in una diminuzione della rata. A livello nazionale, sempre secondo i dati recenti, la durata media del mutuo è stata di 24 anni e mezzo. Inoltre, nel secondo semestre 2015 l’importo medio di mutuo erogato sul territorio nazionale è stato pari a circa 112mila euro e il 41,5% dei mutui erogati ha un importo compreso tra 100 e 150.000  euro, mentre il 38% si colloca nella fascia inferiore (50-100.000 euro) e quasi il 17% dei mutuatari ha ottenuto un finanziamento superiore a 150.000 euro.

Le migliori offerte di mutui a tasso variabile disponibili sul mercato in questo mese di marzo 2016 sono diverse: prendendo il caso della richiesta di un mutuo da 1350mila euro per un valore di immobile di 180mila, la proposta più conveniente è quella di Mutuo Bancadinamica che prevede il pagamento di una rata mensile di 527,01 euro, con un tan dell'1,30%, un Taeg dell'1,35%, spese di istruttoria di 338 euro ma non prevede alcuna spesa per la perizia.

Per l’erogazione di questo mutuo è necessario essere titolari di un Conto Bancadinamica. A seguire troviamo l’offerta Mutuo Variabile Webank che prevede il pagamento di una rata mensile di 520,40 euro mensili, con un tan dell'1,29%, un taeg dell'1,51% e non prevede alcuna spesa di istruttoria, perizia e assicurazione. Buona anche la proposta GanMutuo Casa Semplice di Cariparma Credit Agricole che prevede il pagamento di una rata mensile di 699,59 euro, con un tan dell'1,15%, un taeg dell'1,17% e anche in questo caso non è prevista alcuna spesa di istruttoria e perizia.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il