BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Elezioni primarie sindaco Pd 2016 Roma e Napoli sondaggi aggiornati oggi martedì e candidati preferiti centro Destra.Come e quando

Domenica 6 marzo si torna a votare per le primarie del Pd a Roma e Napoli: candidati, modalità di voto e sondaggi aggiornati ad oggi




Domenica 6 marzo si torna a votare per le primarie del Pd questa volta a Roma e Napoli: dopo la vittoria di Giuseppe Sala si attende, dunque, di conoscere il candidato sindaco di centrosinistra della Capitale e del capoluogo partenopeo. Si vota in entrambe le città domenica dalle 8 alle 22 in’unica giornata. Sono sei i candidati per le primarie di Roma Roberto Giachetti, Roberto Morassut, Stefano Pedica, Gianfranco Mascia, Domenico Rossi, e Chiara Ferraro.  Secondo i sondaggi aggiornati ad oggi primo marzo, a Roma il candidato favorito sarebbe Giachetti, decisamente avanti su Morassut, ma secondo le intenzioni di voto dei romani, Giachetti sarebbe al secondo posto, preceduto dalla candidata del M5S virginia Raggi e seguito da Bertolaso per il centrodestra.

Per votare, i cittadini dovranno recarsi presso il seggio collegato alla propria residenza e tutte le informazioni necessarie per trovare il seggio più vicino si possono trovare sul sito www.primarieroma2016.it e cliccando nella sezione ‘Trova il tuo seggio’. Bisognerà poi presentarsi al seggio con un documento d’identità valido e la tessera elettorale, sottoscrivere la Carta dei Valori del centro sinistra e versare un minimo di due euro per contribuire alle spese organizzative. Possono votare anche i minori, tra i sedici e i diciotto anni, e i cittadini stranieri residenti a Roma.

Quattro, invece, i candidati alle primarie del Pd a Napoli: Antonio Bassolino, Valeria Valente, Marco Sarracino e Antonio Marfella. Per votare a Napoli, non è necessario essere iscritto ad alcun partito politico e possono votare tutti i cittadini dell'Unione Europea iscritti nell’anagrafe elettorale del Comune di Napoli e che dichiarino di riconoscersi nella proposta politica della coalizione. Possono votare anche gli immigrati e tutti i coloro che hanno compiuto il sedicesimo anno di età e per votare basta recarsi al proprio seggio con un documento di identità valida, tessera elettorale e versare il contributo di un euro.

Secondo gli ultimi sondaggi, in testa alle preferenze di voto dei napoletani ci sarebbe Valeria Valente a sorpresa preferita all’ex sindaco Bassolino, la cui candidatura non sembra aver particolarmente riscaldato i cuori dei napoletani. Più in basso nelle preferenze ci sono Sarracino e Marfella.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il