BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Premi docenti 2016, Concorso Scuola, Tfa terzo Ciclo nuovo, Mobilità professionale: nuove indicazioni su tutti i temi e iscrizioni

Le ultime indicazioni sulle questioni della scuola ancora aperte: cosa sapere,chiarimenti, e cosa fare. Regole da seguire




Sono stati pubblicati i tre nuovi bandi per il concorso della scuola 2016 ma sono diverse le questioni ancora aperte sul fronte scuola, a partire da quella che riguarda i premi per i docenti. Secondo quanto stabilito dalla buona Scuola di Renzi, vi è la disponibilità di un fondo da 200milioni di euro che i dirigenti degli istituti scolastici dovranno utilizzare per premiare i docenti considerati migliori. La loro votazione avverrà sulla base di criteri determinati e la valutazione sarà eseguita da un comitato apposito. Sono tuttavia ancora diverse le strade indicate per l'assegnazione del premio.

C'è chi infatti chi propone di assegnare in egual misura la stessa cifra ai docenti migliori, chi invece sostiene che il merito vada premiato in base a 'quanto'' è stato migliore un docente rispetto ad un altro, assegnando di conseguenza più soldi ad uno piuttosto che ad un altro. Ci si chiede, dunque, se il premio debba essere dato per merito o distribuito in maniera uguale per tutti. Altra questione ancora aperta riguarda la mobilità: pubblicato il provvedimento ufficiale della mobilità per la scuola, è bene chiarire che possono presentare domanda di trasferimento solo coloro che hanno superato il periodo di prova.

Ma qual è questo periodo? Secondo quanto previsto, la domanda può essere presentata solo da coloro che hanno superato il periodo di prova nell'anno scolastico 2014-2015, escludendo dunque tutti i neo ammessi e chi ha ottenuto il passaggio in ruolo il primo settembre 2015. Ancora aperta anche la questione dell’avvio del terzo ciclo del Tfa 2016: dopo l’approvazione del provvedimento sulle nuove classi di concorso e la pubblicazione del bando della scuola, l’attesa è per la pubblicazione di quello relativo al prossimo Tfa.

Secondo le indiscrezioni dovrebbe arrivare questo mese, ma ancora nulla è stato confermato. Intanto sono partite le iscrizioni al prossimo concorsone della scuola 2016: da ieri, lunedì 29 febbraio, e fino al prossimo 30 marzo, si possono infatti inviare le domande di iscrizione direttamente sul sito del Miur, seguendo la procedura e indicando tutti i dati richiesti. Attenzione, dunque, anche ai titoli che vengono riportati perché considerando che varranno punteggi in più dovranno essere, chiaramente, documentabili.
 
In particolare, la tabella di valutazione dei titoli allegata ai bandi del prossimo concorso a cattedra, nella sezione D ‘Titoli di servizio’, indica le disposizioni per la valutazione del servizio prestato, specificando che per valutare il servizio, questo deve essere svolto sullo specifico posto, classe di concorso o ambito disciplinare per cui si concorre e deve essere stato prestato per un periodo continuativo non inferiore a 180 giorni. Precisiamo, inoltre, che, smentendo ciò che circola in rete negli ultimi giorni, non vi è alcun limite di età per la partecipazione al concorso della scuola, per cui possono parteciparvi anche coloro che hanno 40 anni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il