BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Canone Rai 2016: chi paga, esenzioni, come non pagare, intestari, proprietari casa prospettive e novità attese mese di Marzo

Arriverà finalmente il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico sul pagamento del canone Rai 2016?




Questo mese di marzo è importante sul fronte del canone Rai per almeno un motivo. Dovrebbe essere finalmente predisposto il decreto con cui il Ministero dello Sviluppo Economico dovrebbe sciogliere una volta per tutte i nodi relativi alla nuova imposta. Già, perché il pagamento dell'imposta per il 2016 potrebbe essere causa di numerosi problemi anche per le imprese fornitrici di energia elettrica, chiamate a fare da esattori per conto dello Stato. Una situazione che è stata da tempo denunciata, anche con diversi interventi pubblici, dalle stesse società. Le conseguenze saranno anche sugli stessi consumatori, alla ricerca di maggiore chiarezza sulle tante posizioni particolar.

Fermo restando che la nuova disciplina introduce una presunzione, per cui chi è intestatario di un contratto di fornitura elettrica per uso domestico è anche possessore di un apparecchio televisivo, l'applicazione pratica delle nuove norme risulta piuttosto difficile, dovendo essere predisposti i necessari sistemi informatici per l'emissione delle nuove fatture e per lo scambio di informazioni con le Entrate. Il tutto senza che ancora siano state chiarite molte criticità del nuovo sistema di pagamento, che vanno dalla questione dei mancati o ritardati pagamenti all'eventualità di un cambio di fornitore, alla riscossione nei confronti degli affittuari che non sono intestatari di contratti di fornitura.

E pensare che la manovra approvata sul finire dello scorso anno, che ha introdotto il canone in bolletta elettrica non senza polemiche, indicava il 14 febbraio come termine per l'arrivo del decreto contenente le "modalità per riversare al fisco il canone Rai pagato nella bolletta elettrica". La questione più chiara, rispetto alla quale non sembrano esserci problemi e incomprensioni, è quella relativa alle categorie che per questo 2016 sono esentati dal versare il canone Rai.

Oltre agli over 75 con basso reddito familiare ovvero pari a 6.713,98 euro (l'esecutivo ha l'intenzione di alzare a 8.000 euro la soglia dal 2017), sono esonerati dal pagamento i militari delle Forze Armate Italiane, limitatamente a ospedali militari, case del soldato e sale convegno dei militari; quelli di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato; gli agenti diplomatici e consolari stranieri accreditati in Italia a condizione che nel Paese siano applicate misure corrispondenti per quelli italiani; le imprese che esercitano l'attività di riparazione o commercializzazione di apparecchiature di ricezione radio televisiva.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il