BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Isee 2016: calcolo reddito, non rientrano sussidi e indennità di invalidità. Cosa fare ora, come cambiare vecchi modelli e rifare

Quali sono le novità sui sussidi esenti dal modello Isee: nuova sentenza, dubbi da sciogliere, e documenti necessari




Dopo i problemi e i dubbi su dati da riportare, redditi e patrimoni per calcolare il valore del proprio Isee, Indicatore della Situazione economica equivalente che serve per misurare il valore della ricchezza familiare per accedere a determinate agevolazioni fiscali e ottenere diversi bonus, ora si passa al capitolo sussidi. Chiariamo, innanzitutto che i documenti necessari per la compilazione dell’Isee sono: documento di identità di chi richiede il modello; codice Fiscale dei componenti del nucleo familiare, dal coniuge ai figli a carico; contratto di affitto registrato all’Agenzia delle Entrate; dati sui redditi, dalla dichiarazione dei redditi, a bot, obbligazioni, azioni, depositi bancari o postali, fondi di investimento; a borse di studio, assegni di mantenimento per coniuge e figli; giacenza media del conto corrente; e dati relativi al patrimonio immobiliare.

Per il calcolo dell’Isee serve la Dsu, dichiarazione sostitutiva unica che comprende le informazioni relative al nucleo familiare ed è composta da diversi quadri. Ci sono il quadro A relativo ai dati sul nucleo familiare; il quadro B relativo ai dati sulla casa di abitazione; il quadro C per la richiesta di prestazioni universitarie; il quadro D da compilare nel caso di genitori non coniugati; il quadro FC1 con i dati del componente; il quadro FC2 con i dati del patrimonio mobiliare; il quadro FC3 con i dati del patrimonio immobiliare; il quadro FC4 che riporta redditi e trattamenti per l’Isee; il quadro FC5 con i dati relativi agli assegni periodici per coniuge e figli; il quadro FC6 con relativi dati su autoveicoli ed altri beni durevoli.

Tra le tante novità dell'Isee 2016, l'ultima riguarda il fatto che prestazioni assistenziali, come l'accompagnamento, indennità per gli invalidi, o altri sussidi non rientrano nel calcolo dell'Isee. Questo genere di erogazioni non dovranno essere riportate, dunque, tra i redditi percepiti da dichiarare. A chiarire questa novità il Consiglio di Stato che si è espresso dopo una serie di ricorsi presentati proprio in merito. La sentenza del Consiglio di Stato è stata necessaria quasi per logica: se, infatti percepire sussidi come l'accompagnamento, che vengono erogati per sostegni significasse aumentare i propri redditi, non si potrebbero percepire sussidi perchè si supererebbero determinate soglie.

Le agevolazioni che possono essere richieste riguardano bonus bebè, carta acquisti, family card, esenzioni per il pagamento del ticket sanitario, contributi per le persone disabili. La domanda che ci si pone ora è come correggere chi, per esempio, avendo già compilato il modello Isee abbia già inserito i sussidi percepiti tra i redditi. Si attendono, infatti, chiarimenti se la cancellazione sarà fatta automaticamente o bisognerà nuovamente compilare un modello Isee non inserendo i diversi sussidi percepiti.  

ISEE 2016: calcolo e compilazione passo passo. Il modello ISEE è un ottimo strumento per ottenere benefici ed esonerei nei pagamenti per alcuni servizi pubblici come la mensa scolastica, il ticket, autotrasporti, università... ecco come compilarlo e quali documenti presentare per le detrazioni

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il