Legge Gasparri: importante intervento dell'Unione Europea. Le Telecomunicazioni vanno riformate

Dopo l'aut aut di oggi all'Italia della commissione europea sulla abolizione della legge-monumento del conflitto di interessi, governo e maggioranza devono accelerare i tempi per l'approvazione delle proposte di riforma già presentate da



La decisione della Unione europea rappresenta un autentico colpo di piccone alla legge Gasparri, quella che fu concepita come un autentico monumento al coflitto di interessi.

I rilievi avanzati dalla Commissione non riguardano parti irrilevanti della normativa ma investono la natura medesima di quel provvedimento che era stato concepito come un ulteriore chiusura del mercato delle frequenze e della pubblicità a tutela dei soliti noti.

All'Italia sono stati concessi 60 giorni per mettersi in regola. Quanto accaduto era largamente prevedibile, non a caso erano state decine e decine le organizzazione politiche, sindacali e professionali (tra queste Articolo 21) che avevano reclamato l'intervento della Comissione europea.

Quanto è accaduto deve impegnare in modo ancora più coerente e deciso il governo e la maggioranza ad accelerare i tempi per l'approvazione delle proposte di riforma già presentate dal ministro Gentiloni e che recepiscono integralmente le osservazioni oggi arrivate anche dalla commissione europea.

Ci auguriamo, infine, che tutte quelle forze politiche, tutte quelle associazioni, a cominciare dalla Confindustria, che ogni giorno invocano l'immediato ed integrale rispetto di qualsiasi sussurro arrivi dall'Europa in materia di pensioni o di previdenza, vogliano finalmente far sentire la loro voce anche per chiedere l'immediata approvazione delle prescrizioni e delle indicazioni contenute nelle disposizioni approvate oggi dalla Commissione europea.

Ti è piaciuto questo articolo?





Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Marcello Tansini Fonte: pubblicato il