BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Certificazione Unica 2016 e 730 precompilato 2016: invio alcuni modelli CU il 7 Agosto, proroga per altri sempre attesa

La data del 7 marzo continua a rimanere quella di riferimento per la trasmissione della Certificazione Unica 2016 all'Agenzia delle entrate.




Certificazione Unica 2016 e modello 730 2016 vanno di pari passo passo. Il problema è che non essendo arrivata la proroga per il secondo, nonostante fosse stata prevista nelle Milleproroghe, anche per il primo le prospettive non sono incoraggianti e la data del 7 marzo rimane quella di riferimento per la trasmissione, esclusivamente via Internet, all'Agenzia delle entrate

In merito alle procedure di compilazione, rispetto a cui l'Agenzia delle entrate ha fornito dettagliate istruzioni, nella sezione Dati fiscali vanno certificati le somme e i valori assoggettati a tassazione ordinaria, i compensi con ritenuta a titolo d'imposta, quelli assoggettati a imposta sostitutiva, quelli assoggettati a tassazione separata, come arretrati di anni precedenti, indennità di fine rapporto di lavoro dipendente, compresi i relativi acconti e anticipazioni, erogati nell'anno a seguito di cessazioni avvenute a partire dal 1974 o non ancora avvenute e prestazioni pensionistiche erogate in forma di capitale comprese nel maturato fino al 31 dicembre 2006, nonché gli oneri di cui si è tenuto conto e gli altri dati necessari ai fini della presentazione della dichiarazione dei redditi.

Le amministrazioni dello Stato e gli enti pubblici e privati che corrispondono trattamenti pensionistici di reversibilità devono certificare gli importi corrisposti per il coniuge superstite separatamente da quelli corrisposti per gli orfani, anche se minorenni e conviventi. In caso di morte del sostituito, il datore di lavoro deve rilasciare agli eredi la certificazione relativa al dipendente deceduto attestante i redditi e le altre somme a lui corrisposte, indicando nella sezione Dati anagrafici i dati anagrafici relativi al defunto. La certificazione va consegnata anche per attestare i redditi corrisposti agli eredi del sostituito.

Si tratta di mensilità o ratei di tredicesima che il datore di lavoro non ha potuto corrispondere direttamente al lavoratore deceduto. In tal caso nella sezione Dati anagrafici devono essere indicati i dati anagrafici dell'erede; l'importo dei redditi erogati all'erede deve essere indicato ai punti 1, 2, 3, 4 e 5 della sezione Dati fiscali della certificazione relativa ai redditi di lavoro dipendente, a seconda del tipo di reddito corrisposto e quello delle ritenute operate; l'importo del bonus Irpef erogato all'erede, deve essere indicato nel punto 392 della sezione Dati fiscali; nelle annotazioni devono essere indicati il codice fiscale e i dati anagrafici del deceduto e deve essere specificato che trattasi di redditi per i quali l'erede non ha l'obbligo di presentare la dichiarazione.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il