BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni si va in direzione novità giusta e nuova e bisogna evitare errori soliti, riforma: novità sabato oggi

L'Imu è calata per chi affitta la casa a canone concordato ovvero a un valore più basso rispetto a quello di mercato.




PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME venerdì 4 marzo OGGI (AGGIORNAMENTO ore 17:49): Il riordino e la sistemazioni dei vari regimi previdenziali è fondamentale per cercare di correggere errori e sistemare i privilegi che finora sono stati goduti in maniera del tutto sbagliata. Ed è quello che sta accadendo con la riforma pensioni per i giornalisti. Il vero problema, però, è procedere nel modo giusto, ascoltando anche tutte le parti in causa inserendo quei criteri come le ricongiunzioni più facili o sistemi per uscire consoni a quello che poi, si pensa, si dovrà fare per tutti.

Se c'è una novità pensioni di cui anche oggi giovedì 3 marzo 2016 si avverte il bisogno è quella dell'armonizzazione dei regimi.

Pensioni. Le novità pensioni passano anche dai cambiamenti che coinvolgono gli iscritti a Istituti di previdenza differenti dall'Inps, come il caso di chi fa parte di Ordini professionali. I giornalisti, ad esempio, fanno riferimento all'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani che prevede regole sulle pensioni leggermente differenti. In particolare, stando alle ultime notizie si va verso l'innalzamento dell'età della pensione a 66 anni di età per gli uomini e alla stessa età, ma entro il 2020, per le donne. Modifiche in vista anche per la pensione di anzianità e per quella norma che fino a questo momento ha consentito la prosecuzione del rapporto di lavoro anche dopo la maturazione dei requisti per la pensione.

Ben diverso è il caso delle pensioni in riferimento all'Istituto nazionale della previdenza sociale. In questo caso le norme in vigore, approvate cinque anni fa, prevedono un progressivo innalzamento dell'età della pensione, ma anche un irrigidimento delle possibilità di uscire con qualche anno di anticipo. Le proposte di cambiamento finora formulate sono cadute nel vuoto per assenza di coperture economiche. E soprattutto non riesce a trovare spazio quell'ipotesi si armonizzazione dei regime avanzata dallo stesso presidente dell'Istituto. Mancanza di soldi pubblici, certo, ma evidentemente anche di volontà politica. A oggi, le novità pensioni restano un miraggio e un traguardo difficile da raggiungere.

Tasi, Imu. Due novità rischiano di passare inosservate. L'Imu è calata per chi affitta la casa a canone concordato ovvero a un valore più basso rispetto a quello di mercato. Per i comodati ai figli, Imu e Tasi 2016 sono ridotti al 50% e il beneficio è concesso anche se il proprietario possiede un altro immobile che sia la sua abitazione principale, mentre prima poteva possedere solo quello concesso in comodato.

Indulto, amnistia. Si continua a procedere a rilento con la calendarizzazione delle discussione sulle proposte di amnistia e indulto mentre si avvicina l'appuntamento per il 7 marzo in cui si parlerà anche della funzione rieducativa delle pene in vista dell'adozione del documento "For a Fair Penalties system in Europe".

Ristrutturazione casa bonus. Tuttora attiva la detrazione Irpef per le spese di ristrutturazione, dell'agevolazione per l'acquisto di mobili ed elettrodomestici; quella per gli interventi su edifici in zone sismiche ad alta pericolosità; e quella per acquisti di immobili ristrutturati, dell'aumento della ritenuta d'acconto sui bonifici.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il