BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Elezioni Roma, Napoli primarie sindaco: dove votare,come,seggi Roma, Napoli. Giacchetti, Morassut Roma e Bassolino, Valente Napoli

Quando si vota per le primarie del Pd a Roma e Napoli: candidati in testa e linee guida dei loro programmi, Come miglioreranno le città?




A soli due giorni dalle elezioni delle primarie del Pd a Roma e Napoli, che si terranno domenica 6 marzo dalle 8 alle 22, ci si chiede chi saranno i vincitori e come potrebbero cambiare e migliorare le rispettive città sotto la loro guida. Partendo dalla Capitale, da giorni ormai, e fino ad oggi, i sondaggi danno in testa Roberto Giachetti, decisamente davanti a Morassut. Ricche le idee del suo programma che, se eletto, si spera riesca a portare a compimento.

Nel caso di vittoria delle primarie di domenica e dell’elezione a sindaco della Capitale, Giachetti punta innanzitutto a ristabilire quella stabilità politica comunale che, come dimostrano i recenti fatti, è andata ormai persa; quindi a rimpinguare le casse comunali con un preciso piano di rientro delle risorse al fine di ristabilire un bilancio positivo per il Comune di Roma e Giachetti è ben consapevole che per raggiungere questo risultato la strada sarà decisamente lunga, e a tratti complessa.

In questo quadro di impegno politico, però, non rientra un aumento delle tasse per i cittadini per rimpinguare le casse comunali. Quindi punta ad una riorganizzazione efficiente del trasporto pubblico romano che, come sappiamo, è decisamente scadente, a sostenere la mobilità e la gestione del traffico, quindi a semplificare l’amministrazione pubblica. Se a Roma sembra sia in dirittura di vittoria Giachetti, a  Napoli, la ricandidatura di Antonio Bassolino non sembra aver suscitato i consensi che si aspettavano e i sondaggi ad oggi lo dimostrano: è Valeria Valente, infatti, in testa nelle intenzioni di voto dei cittadini napoletani pronta a portare avanti un programma interessante per città.

‘Raccontando’ le linee guida del suo programma per il rilancio di una Napoli migliore, la Valente ha puntato innanzitutto sulla riqualificazione delle periferie e dei quartieri difficili della città, con la creazione di spazi adeguati per i più piccoli, e, a sorpresa, valorizzare lo splendido lungomare della città, rendendolo anche balneabile per un tratto. Ma non solo: la Valente, insieme ad un piano di riqualificazione e spinta ad una riorganizzazione della mobilità cittadina, pensa anche a misure di sostegno alla culture, per le scuole e la sicurezza in città, così come a provvedimenti per garantire la legalità, risanando anche le periferie, e sostenendo lo sviluppo della città in chiave europea.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il