BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni attese così tante novità che appaiono del tutto inverosimili, riforma: novità lunedì oggi

Nel programma di Gianni Infantino, segretario generale della Fifa, le riforme anticorruzione e non più di tre mandati.




PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME lunedì 6 marzo OGGI (AGGIORNAMENTO ore 16:52): Troppe le cose da fare per cui si possanoa ggiungere anche le novità sulle pensioni. Ma anche il resto sembra davvero troppo. Nelle ultime notizie è un fiume in piena di iniziative con investimenti per tutti o tutto. Ma gli ostacoli ci sono e sono tanti e invece di diminuire stanno aumentando come vedremo.

Anche le ultime notizie aggiornate a oggi domenica 6 marzo 2016 riferiscono come le novità pensioni siano un traguardo difficilmente raggiungibile.

Pensioni. Diventa oggettivamente difficile credere che ci possano essere novità sulle pensioni se le intenzioni dell'esecutivo sono quelle di investire tempo e risorse economiche altrove. La dimostrazione arriva dalle più recenti affermazioni del premier. Da una parte ha letteralmente eliminato dai suoi discorsi le pensioni, dall'altra ha confermato che il ponte sullo Stretto si farà e ha promesso un piano da 2,5 miliardi di euro per la ricerca scientifica che aiuterà i centri di eccellenza italiana. Il tutto mentre il risparmio che arriverà dalla revisione delle detrazioni non sarà investito sulle pensioni ma al taglio delle tasse, in particolare quelle a carico dei redditi medi.

In queste condizioni appare evidente come non ci sarà nulla da fare per il ricalcolo degli assegni di pensioni per tutti con il metodo contributivo, per l'introduzione delle cosiddette mini pensioni per favorire il ritiro con qualche anno di anticipo, per l'applicazione di quota 100 come somma di età anagrafica e anni di contribuzione da raggiungere per poter accedere al trattamento di pensione, per la soluzione del part time per dare il via al turn over generazionale nei posti di lavoro e rilanciare competitività e produttività. La sola speranza per le novità è la ripresa dell'economia in Italia o, in alternativa, la concessione di margini di flessibilità da parte di Bruxelles. Ma in entrambi i casi ci sarà da lottare

Fifa. Il gesto tecnico è quello che è, ma conta l'intenzione. Gianni Infantino ha iniziato il lavoro in ufficio da fresco presidente Fifa partecipando a un match tra impiegati di Fifastrasse e vecchie glorie (Puyol, Capello, Figo). A Nyon la Uefa lo ha nominato segretario generale. Stando alle sue intenzione, darà più poteri a giocatori, club e leghe, anche se preoccupa il passivo di 110 milioni di dollari. In programma anche le riforme anticorruzione. Non farà più di tre mandati: questa la sua promessa.

Monte Bianco. Sono 50 gli anni di apertura al traffico del Traforo del Monte Bianco e come riporta il Sole 24 Ore, nello scorso anno ha fatto registrare un aumento del traffico pari al 3,8%. Più in generale numeri positivi in riferimento al margine operativo lordo e al margine operativo, così come all'utile di esercizio, pari a 10,7 milioni di euro, di poco inferiore a quello del 2014, pari a 11,4 milioni di euro. Il nuovo amministratore delegato è Daniele Meini, già presidente e amministratore delegato di Ecomouv Sas, società italo-francese controllata da Autostrade per l'Italia, del Gruppo Atlantia.

Meccanica. Qual è lo stato di salute dell'industria meccanica e della subfornitura italiana? A rispondere a questa domanda ci ha provato l'Osservatorio Mecspe 2016, realizzato da Senaf in occasione di Mecspe, la fiera internazionale delle tecnologie per l'innovazione, in calendario a Parma dal 17 al 19 marzo. Ebbene il 50,7% degli intervistati ha rilevato una crescita del fatturato. Sul fronte lavoro il numero di addetti è aumentato per il 47,4%. E il futuro? Per quanto riguarda il fatturato il 53,2% si attende un crescita, solo l'8,4% un calo.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il