BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni novità inaspettate con accelerazione nuova per novità riforma pensioni quota 100, quota 41, mini pensioni: ultime novità

I pm di Milano hanno chiesto il fallimento di Riva Fire. Il 25 marzo l'udienza davanti ai giudici della sezione fallimentare del Tribunale.




PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME: Tra l'altro essendo i margini di manovra molto stretti, le novità pensioni indicate prima sarebbero ottime, in quanto a costo zero o quasi e non cambierebbero l'attuale norma in vigore come chiedono le istituzioni finanzierie mondiali ed europee (con le quale le trattative, comunque, per un ammorbidamento delle uscite prima va avanti seppur molto lentamente e sotto traccia anche perchè bisogna mostrare anche ulteriori passi avanti sul debito prima di fare qualsiasi cosa). Anzi con forti penalità, nel caso di quota 100, ci sarebbero anche risparmi. Certo, non sarebbe una soluzione, anzi a molti andrebbe indigesta proprio per le penalità, però abbiamo già visto come migliaia di persone sono uscite anche con penalizzazioni sfruttando, comunque, il canale creato.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME: Il primo obiettivo è sicuramente quello del taglio delle tasse, ma se non ci riuscisse nonostante le ultime notizie lo indicano come prioritario, il secondo elemento nei sondaggi sono sicuramente le pensioni. E in questo caso le novità potrebbero anche costare molto meno soprattutto perchè non si farebbe una riforma strutturale (attualmente), ma si darebbe vita ad una serie di operazioni di correzione e miglioramento come la ricongiunzione gratis dei contributi e la mini pensioni. Più difficile quota 100, potrebbe essere fatta solo con penalità molto alte o in modalità sperimentale con soldi e tempi limitati.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME: Occorre innanzitutto leggere i sondaggi e interpretare il malessere che cresce indubbiamente e capire quale tema, quale novità e cambiamento potrebbe dare un nuovo slancio alle prossime elezioni ricompattando anche nello stesso il partito. E' quello che sta facendo il Premier e per cui ha dato mandato ai suoi consiglieri e tecnici economici nonchè Ministri. E occorre anche capire quali possibilità vi siano tra le strettoie delle difficoltà economiche sempre più evidenti. A questo punto, la prima mossa sarebbe il taglio delle tasse che andrebbe bene sia a pensionati, pensionandi e lavoratori. Ma se non si potesse fare, il secondo tema più caldo è quello delle pensioni. E qui le soluzioni sono diverse e anche a basso costo.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME: I risultati delle primarie non sono stato affatto buoni e una mossa a sorpresa e delle novità potrebbe esserci. E potrebbe avvenire a due livelli oltre che su più tematiche e non necessariamente sulle pensioni anche se risultano come detto un tema molto caldo. Vedremo come e in quali modi dopo oltre quello già scritto sotto.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME:  Una accelerazione non prevista fino solo a qualche tempo fa potrebbero avere diversi temi tra cui le novità per le pensioni e la questione fiscale, ma non solo, dopo le ultime notizie e ultimissime sui risultati delle primarie. E quello che si sussurava solo fino a poco tempo fa, potrebbe diventare realtà prima del previsto, ma probabilmente non nella maniera giusta, ma in una sorta di spezzatino classico italiano.

Anche in vista delle elezioni amministrative a Roma, Milano, Napoli e Torino e del referendum sulla riforma costituzionale, le ultime notizie non escludono come possa arrivare la sorpresa di una novità sulle pensioni, come la correzione della norma sulla ricongiunzione dei contributi.

Pensioni. Non ci sono segnali incoraggianti nel segno delle novità pensioni. L'esecutivo non ha confermato e non ha annunciato alcun cambiamento nel breve periodo. Anzi, da una parte ha spiegato come le modifiche al sistema delle pensioni potranno arrivare solo con la prossima manovra. Dall'altra ha spiegato come sia proseguendo la fase di studio e di valutazione del comparto della previdenza. Di conseguenza le operazioni in corso, come la revisione delle detrazioni, avranno conseguenze su altri versanti, come quello del taglio del tasse, e non sulle pensioni. E sotto questo profilo, le novità potrebbero arrivare a breve ovvero in parallelo alle elezioni amministrative a Roma, Milano, Napoli e Torino e al referendum sulla riforma costituzionale.

Ma non vanno esclusi i soliti ritocchi al sistema della pensioni, come il miglioramento della norma sulla ricongiunzione dei contributi, adesso troppo onerosa per i contribuenti. Più in là potrebbe decollare il confronto sull'introduzione dell'assegno universale come misura di sostegno al reddito, rispetto a cui Bruxelles è pronta ad accogliere proposte. Porte chiuse, invece, rispetto alla concessione del congedo anche a 62 anni di età con 35 anni di contributi versati, con disincentivo massimo all'8%, all'introduzione delle mini pensioni per consentire agli over 55 senza lavoro di andare in pensione con un aiuto statale, al ricalcolo degli assegni di tutti i lavoratori con il contributivo.

Zara. Cambio di strategia per Zara, punto di riferimento mondiale per l'abbigliamento low cost. La multinazionale di Amancio Ortega ha deciso di scommettere anche sul lusso, iniziando dal commercio elettronico con prodotti dal costo minimo di 100 euro. Lo fa con un altro marchio, Uterque, la cui piattaforma web è già online e disponibile anche in lingua italiana.

Crescita Metalli. La crescita è stata sorprendente. Neanche due mesi fa i prezzi erano ai minimi dalla recessione globale mentre adesso Metalli industriali fa registrare i massimi da novembre. Come racconta il Sole 24 Ore, un aiuto alla ripresa dei prezzi a favore dei metalli non ferrosi arriva dalla risalita del petrolio e dai listini azionari con il dollaro che è tornato a indebolirsi. Ma fino a che punto il rally è sostenibile?

Ilva. L'ex vicepresidente dell'Ilva e vicepresidente di Riva Fire, Fabio Riva, 61 anni, torna nel carcere Opera di Milano dopo essere stato sottoposto, a un intervento chirurgico per un tumore. Riva è uno dei 47 imputati rinviati a giudizio nell'ambito dell'inchiesta sul disastro ambientale di Taranto. Nel frattempo i pm di Milano Stefano Civardi e Mauro Clerici hanno chiesto il fallimento di Riva Fire. Fissata per il 25 marzo l'udienza davanti ai giudici della sezione fallimentare del Tribunale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il