BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Certificazione Unica 2016 come scaricare online con PIN INPS e copia cartacea. Cosa serve per 730 precompilato o Unico e si usa

Senza una proroga last minute, ormai difficile, la data del 7 marzo è quella di riferimento per l'invio via web all'Agenzia delle entrate.




AGGIORNAMENTO: Nessuna proroga per l'invio della Certificazione Unica è ufficiale, ieri era il giorno per l'invio. Ora per capire cosa serve come scaricarla online o avere la copia cartacea lo abbiamo visto in questo articolo.

Si va verso un nulla di fatto per la proroga della Certificazione Unica 2016. La data entro la quale trasmettere il documento all'Agenzia delle entrate rimane dunque quella del 7 marzo. E poco incide il pressing degli ultimi giorni da parte di Caf e commercialisti, desiderosi di spuntare qualche giorno in più per scongiurare problemi con il software e imprecisioni per via di altre scadenze fiscali. L'Inps ha messo a disposizione online i modelli scaricabili riferiti ai pensionati mentre l'Agenzia delle entrate ha ormai confermato la timeline e le relative indicazioni da seguire.

In ogni caso, a norma di legge, la certificazione dei redditi di lavoro dipendente, equiparati e assimilati, che attesta l'ammontare complessivo delle somme e dei valori percepiti, delle ritenute subite alla fonte e dei contributi previdenziali e assistenziali dovuti, è stata già consegnata agli interessati entro il 29 febbraio.

Stando alle istruzioni relative alla Certificazione Unica 2016, il contribuente ha facoltà di destinare una quota pari al cinque per mille per diverse finalità ovvero a sostegno a favore di volontariato e altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale, associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionali, regionali e provinciali, associazioni e fondazioni riconosciute che operano nei settori del finanziamento della ricerca scientifica e dell'università, del finanziamento della ricerca sanitaria, del finanziamento a favore di organismi privati delle attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici, delle attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente, delle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute ai fini sportivi dal Coni a norma di legge, che svolgono una rilevante attività di interesse sociale

La scelta del contribuente va espressa in sede di compilazione della Certificazione Unica 2016 apponendo la propria firma nel riquadro corrispondente ad una soltanto delle diverse finalità destinatarie della quota del cinque per mille dell'Irpef. Inoltre, il contribuente deve dichiarare di essere esonerato dall'obbligo della presentazione della dichiarazione dei redditi, apponendo la firma in fondo alla scheda. Il contribuente ha inoltre la facoltà di indicare anche il codice fiscale del soggetto cui intende destinare direttamente la quota del cinque per mille dell'Irpef. Gli elenchi dei soggetti cui può essere destinata la quota del cinque per mille dell'Irpef sono disponibili sul sito dell'Agenzia delle entrate.

Certificazione Unica 2016. Come scaricare, ricevera la CU 2015 (ex CUD). I 4 modelli differenti, come approtare le modifiche e aggiungere detrazioni.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il