BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Tfa 2016 nuovo terzo ciclo: nuove indicazioni e attese novità questa settimana (AGGIORNATO RISPETTO IERI)

Dovrebbe arrivare ad aprile il bando di acceso al terzo ciclo del Tfa 2016. Mancano conferme ufficiali. Requisiti dal Miur per l’acesso




AGGIORNAMENTO: Per quanto riguarda il Tfa Terzo Ciclo stanno sorgendo dei nuovi problemi che potrebbero ritardarne la preparazione, ma non solo. Lo abbiamo visto in questo articolo al seguente link diretto

Nonostante siano stati pubblicati i tre nuovi bandi del concorso della scuola 2016 e siano partite le iscrizioni online, che si possono effettuare direttamente sul sito del Miur, restano da risolvere gli errori creatisi nel provvedimento delle nuove classi di concorso. E’ stata fatta confusione infatti tra classi di concorso, come la A23 e la A25 e relativi esami, non c’è traccia di quella relativa all’Informatica. Chiusa comunque la partita su classi di concorso e bando per il concorso della scuola 2016, si era detto che si sarebbe andati avanti con la definizione del bando del terzo ciclo del Tfa. Ma nulla in merito è stato comunicato ancora ufficialmente.

Secondo le ultime indicazioni diffuse in questa settimana, probabilmente il bando per l’acceso al nuovo Tfa 2016 dovrebbe arrivare per la fine di questo mese, al massimo per aprile e si tratta di una notizia trapelata dopo l’ultimo incontro tenutosi qualche giorno fa tra Miur e sindacati. Nessuna novità, però, in merito ai requisiti di acceso al prossimo Tfa. Tutto infatti conferma quanto annunciato già mesi fa.

Secondo quanto indicato dal Ministero dell’Istruzione, possono accedere al prossimo tirocinio formativo attivo tutti coloro che entro la data di presentazione della domanda di iscrizione sono in possesso di una laurea vecchio ordinamento riconosciuta dal d.m. 39/98 e di eventuali esami per avere accesso all’insegnamento; di una laurea del nuovo ordinamento specialistica o magistrale riconosciuta dal d.m. n. 22/2005 e di eventuali crediti formativi necessari per l’insegnamento; i congelati Siss in soprannumero, compresi tutti i candidati ancora idonei e in posizione utile in graduatoria per una seconda abilitazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il