Isee 2016: novità della settimana importanti e diverse

Indennità ai disabili e redditi fondiari di beni non locati: cosa è cambiato questa settima per compilazione modello Isee 2016

Isee 2016: novità della settimana import


Il modello Isee è l'Indicatore della situazione economica equivalente delle famiglie, strumento principale di accesso alle prestazioni agevolate, come concessione di bonus bebè, social card, esenzione ticket sanitari, ecc. Per il calcolo Isee si parte dall’Ise, che risulta alla somma dei redditi e del 20% del patrimonio mobiliare e immobiliare di tutto il nucleo familiare, e risulta dal rapporto tra l'Ise e il parametro desunto dalla scala di equivalenza definito dalla legge che varia in base al numero e alla qualità dei componenti del nucleo familiare. I due indicatori si calcolano sui dati riportati nella dichiarazione sostitutiva unica (DSU) che vale per tutti i componenti del nucleo familiare e ha durata di un anno.

Per quanto riguarda il nucleo familiare, in genere comprende il dichiarante, il coniuge, i figli, altre persone conviventi e altri soggetti a carico ai fini dell'Irpef, anche se non rientrano nello stato di famiglia del dichiarante. Passando invece ai redditi da inserire nel modello Isee figurano i redditi derivanti da prestazioni di lavoro; il patrimonio immobiliare, che è costituito dal valore dei fabbricati e dei terreni edificabili o agricoli intestati a persone fisiche, posseduti dalla famiglia alla data del 31 dicembre dell'anno precedente alla presentazione della dichiarazione sostitutiva;  il patrimoniale mobiliare, rappresentato, invece, dal valore dei titoli, conti correnti, buoni fruttiferi postali, azioni, bot, obbligazioni, posseduti al 31 dicembre dell'anno precedente alla presentazione della Dsu.

Le novità Isee di questa settimana riguardano proprio nuove decisioni sui redditi da riportare necessariamente nel modello Isee: ribaltando completamente una sentenza del Tar di qualche tempo fa, infatti, solo qualche giorno fa il Consiglio di Stato ha decretato che non rientrano nel calcolo Isee le indennità ai disabili. Secondo la sentenza, è infatti irragionevole calcolare tra i redditi i trattamenti indennitari percepiti dai disabili. Non si tratta, infatti, di una ulteriore fonte di reddito per queste categorie di persone ma di sostegno a chi è già in difficoltà.  

Chi compila dunque il modello Isee non dovrà inserire le indennità per il disabili, anche nel caso in cui lo abbia già fatto nei modelli degli anni precedenti. Altra novità Isee della settimana riguarda i redditi fondiari di beni non in locazione: il Ministero del Lavoro ha infatti precisato che in questi casi occorre indicare la rendita rivalutata, che è del 5 % per i fabbricati e del 15 % per i terreni, con la maggiorazione di un terzo se l’immobile è a disposizione.

Ti è piaciuto questo articolo?






Vuoi rimanere aggiornato su argomenti simili?

Inserisci la tua email qui:

Accetto la Privacy Policy

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione



Commenta la notizia
di Chiara Compagnucci pubblicato il