BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Fastweb punta diventare il secondo operatore di telefonia fissa

Fastweb, fallita l'ipotesi di integrazione con Wind, non rinuncia all'obiettivo di diventare il secondo operatore nazionale di telefonia fissa



Fastweb, fallita l'ipotesi di integrazione con Wind, non rinuncia all'obiettivo di diventare il secondo operatore nazionale di telefonia fissa e annuncia 3 miliardi di investimenti al 2013 e una ricapitalizzazione per 800 milioni.

L'aumento di capitale, che sarà interamente garantito da Deutsche Bank , sarà lanciato a 'fine febbraio inizio marzo', ha detto una fonte vicina al dossier.

Una nota della società informa che il gruppo ha approvato il piano industriale 2005-2013 che prevede gli investimenti, che dovranno consentire al gruppo di raggiungere 30 milioni di italiani, e una revisione in positivo dei principali target.

Si allontana però di un anno, al 2006, il break-even a livello di risultato netto.

Fastweb prevede al 2010: 2,2 milioni di clienti (1,5 milioni nel precedente piano), ricavi a circa 2,4 miliardi (+20%), Mol a circa 1,2 miliardi (+20%).

Il gruppo intende 'replicare su scala nazionale il successo fin qui ottenuto' e diventare 'il secondo operatore nazionale di telefonia fissa' dice il presidente Silvio Scaglia nella nota.

L'ad Stefano Parisi dice nella nota che la decisione degli investimenti per 3 miliardi è stata presa dopo aver valutato 'anche l'opzione di integrazione con Wind, scartata in quanto le attese del suo unico azionista non hanno consentito il raggiungimento di alcun accordo'.

'E' un'operazione enorme considerando le dimensioni dell'azienda. Delude, almeno all'apparenza, perché un aumento di capitale non faceva parte dei piani strategici di Fastweb', commenta a caldo Michael Pacitti, analista di Abn Amro a Londra.

'Può darsi che abbiano deciso ora di mettere in atto un piano che avevano pensato per il lungo termine perché ritengono cruciale partire subito. Non so come reagirà il mercato lunedì, ma temo che le azioni scenderanno', continua Pacitti. 'Forse a febbraio-marzo ritornerà la voglia di investire nel titolo'.

Abn Amro giudica Fastweb come 'buy', uno dei titoli migliori del mercato.

Fastweb è il principale competitor di Telecom Italia nelle aree geografiche in cui è presente (18% della popolazione italiana) e genera ricavi medi fino a tre volte superiori, secondo la nota diramata dalla compagnia.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il