BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Mutui Marzo 2016: quale scegliere tra tasso variabile e fisso e migliori offerte per tassi più bassi, condizioni, spese accessorie

Le migliori proposte di mutui di questo mese di marzo 2016: quale scegliere tra quelle a tasso fisso o a tasso variabile e condizioni




Stipulare un mutuo significa confrontare offerte e proposte in base alle proprie esigenze: tutto dipende infatti dalla somma che si vuole richiedere nonché dalle condizioni proposte dalle diverse banche. Ormai è ben noto che i mutui che si possono accendere possono essere a tasso fisso, che permette di essere tranquilli indipendentemente dall’andamento e dalle oscillazioni di mercato prevedendo il pagamento di una rata sempre dello stesso importo anche se superiore a quella prevista da quella del mutuo a tasso variabile, e a tasso variabile, decisamente più conveniente, che prevede infatti rate più basse, ma che potrebbe variare ad ogni oscillazione del mercato, vista la volatilità.

In questo mese di marzo 2016, le migliori proposte di mutuo a tasso fisso registrano diminuzioni dei tassi rispetto allo scorso mese di febbraio sulle durate a 10, 20 e 25 anni; diminuzioni che si notano anche per le proposte di mutuo a tasso variabile a 15, 20 e 25 anni.

Per un mutuo di 135mila euro, su un valore dell'immobile di 180mila euro, i migliori mutui a tasso variabile sono quelli di BancaDinamica, che prevede il pagamento di una rata mensile di 526,38 euro, con un tasso dell'1,28% e un taeg dell'1,34%; seguito dal mutuo variabile Webank che prevede il pagamento di una rata mensile di 519,90 euro anche questo con un tasso dell'1,28% e un taeg dell'1,50%; dal mutuo a tasso variabile di Bnl Gruppo Bnp Paribas, che per un importo di 100mila euro, prevede il pagamento di una rata mensile di 599,33 euro con un tasso dell'1,02% e un taeg dell'1,25%; e dalla proposta di Ing Direct che per un importo di 130mila euro, prevede invece il pagamento di una rata da 800,19 euro al meso con un tasso dell'1,63% e un taeg dell'1,68%

Passando alle proposte a tasso fisso, anche in questo caso l'offerta migliore è quella di BancaDinamica che per un mutuo da 80mila prevede il pagamento di una rata mensile da 522,21 euro con un tasso fisso del 2,20% e un taeg del 2,30%, per un mutuo da 100mila euro l'offerta migliore è quella di Bnl Gruppo Bnp Paribas che prevede il pagamento di una rata da 648,12 euro con un tasso del 2,10% e un taeg del 2,35%, infine, per un importo da 130mila euro, la migliore offerta è quella di Ing Direct che prevede il pagamento di una rata di 899,01 euro, con un tasso del 3,02% e un taeg del 3,10%.  

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il