BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni sistemi e novità già in studio per novità riforma pensioni affiancate nuovo sistema con coperture: novità oggi mercoledì

Il capo del dipartimento monetario della Banca dei regolamenti internazionali, Claudio Borio, ha lanciato un allarme sui mercati europei.




PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME: L'idea di realizzare un contributivo maschile arriva anche da alcuni protagonisti impegnati nelle novità per le pensioni come Wlater Rizzetto che lo ha chiaramente indicato come sistema da introdurre con le stesse coperture (auspicando anche di aumentarle) di quello femminile come confermano le ultime notizie e ultimissime. Chiaramente questo non ha portato reazioni da tutte positive

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME: Il mondo femminile ha avuto la possibilità di uscire prima seppur con penalità molto alte e ora ci si chiede se vi sia la possibilità di prolungare questo metodo. La risposta è certamente sì, in base ai soldi stanziati, ovvero 2,5 miliardi che saranno rimasti quando inizieranno i controlli tra la primavera e l'estate. Ma in realtà emerge dalle ultime notizie che tali soldi potrebbero servire per finanziare una novità per le pensioni molto importante, ovvero un analogo sistema per il mondo maschile per uscire prima. E già la politica sia interna che "esterna" si sta muovendo per rendere tale novità fattibile.

Tra i nodi da sciogliere sul fronte delle novità pensioni c'è quello relativo al riconoscimento della peculiarità della posizione. Le ultime notizie non sono evidentemente incoraggianti.

Pensioni. Se novità pensioni ci saranno devono necessariamente tenere conto delle posizione peculiare delle donne. E questa indicazione diventa più attuale proprio adesso in cui si celebra la Giornata internazionale della donna e la Festa della donna. Qualche riconoscimento della peculiarità della posizione è stato oggettivamente introdotto negli anni. Ma le misure sono sempre state transitorie e mai strutturali. E le prospettive non sono affatto incoraggianti e sono tutte da scrivere, considerando che resta da capire dove porterà la nuova procedura di infrazione nei confronti dell'Italia per via della disparità di trattamento tra uomini e donne ed età per andare in pensione.

Da quest'anno è aumentata l'età per la pensione di vecchiaia. Alle lavoratrici del settore privato il ritiro è concesso a 65 anni e 7 mesi, ma a 66 anni e 1 mese se autonome. In ogni caso è previsto un requisito contributivo minimo di 20 anni per andare in pensione. La novità è rappresentata dalla prorogata di un anno, e dunque fino al 31 dicembre, del contributivo donna con cui consentire l'accesso al trattamento previdenziale alle lavoratrici con 57 anni e 3 mesi di età e 35 anni di contributi se dipendenti o a 58 anni e 3 mesi se autonome, in cambio del ricalcolo dell'assegno con il meno vantaggioso sistema contributivo.

Edf. Le dimissioni del direttore finanziario Thomas Piquemal sono costate care a Edf alla Borsa di Parigi che ha ceduto il 7,5% a 10 euro, aggiornando i minimi storici. Alla base di contrasti c'è il maxi progetto sul nucleare britannico che il colosso francese dell'energia ha comunque intenzione di portare fino in fondo "alle migliori condizioni finanziarie per il gruppo, con l'obiettivo di prendere una decisione definitiva nel vicino avvenire". Il ruolo di Piquemal è per ora ricoperto da Xavier Girre.

Nuovo studio Aspirina. Assumere basse dosi di aspirina per sei anni porta a una riduzione del 15% del rischio di ammalarsi di cancro all'apparato digerente. E in parallelo non causerebbe alcun problema per altri tipi di cancro, come quello alla prostata o al seno. Si tratta del risultato della ricerca condotta presso il Massachusetts General Hospital di Boston. Ne dettaglio, per la prevenzione del cancro al colon-retto, si legge nel report, "nei contesti con risorse limitate, l'aspirina può essere una potenziale alternativa a basso costo all'endoscopia, mentre può costituire un'integrazione a questo screening, laddove tali programmi sono già disponibili e utilizzati".

Bri. Il capo del dipartimento monetario della Banca dei regolamenti internazionali, Claudio Borio, ha lanciato un allarme sui mercati europei: "Quelli che vediamo potrebbero non essere fulmini isolati, ma i segnali di una tempesta vicina. Malgrado condizioni monetarie espansive, la crescita è stata deludente e l'inflazione bassa. La fiducia nelle banche centrali vacilla".

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il