BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Pensioni prospettive, novità e scenari nuovi per novità riforma pensioni con scontri e divisione maggioranza più drastici

Nonostante la crisi economica, il settore della grande distribuzione italiana continua a registrare aumenti di fatturato.




A fare da ago della bilancia sulle novità pensioni è la corsa alla conquista del Partito democratico. Le ultime notizie riferiscono di un clima acceso.

Pensioni. Le novità pensioni passano anche dagli equilibri interni del Partito democratico. C'è l'ala maggioritaria che fa riferimento al premier, decisamente più cauta e graduale quando si ha a che fare con l'introduzione di cambiamenti del sistema previdenziale italiano. E c'è la sinistra dem, più riformista e più combattiva sulle pensioni. Ma essendo in inferiorità numerica, i risultati raccolti sono stati ben pochi. Ecco allora che il prossimo congresso, non prima di un anno, in cui la posta in palio è la segreteria e dunque la guida, si rivela un crocevia fondamentale per le prospettive sulle pensioni. Ad aver scaldato gli animi sono state le recenti elezioni primarie per la scelta del candidato sindaco in alcune città italiane, tra cui Roma, Napoli e Trieste.

La scarsa affluenza e le accuse di brogli hanno infervorato la sinistra del partito, decisa a prendere in mano il partito. Ma il premier, che ricopre la carica di segretario del Pd, potrebbe anticipare le mosse e prevedere qualche novità sulle pensioni, fermo restando il via libera di Bruxelles alla modifica temporanea dei requisti del Patto di stabilità, fondamentale per trovare nuove risorse per le pensioni. Tra i candidati alla segreteria del Partito democratico c'è Enrico Rossi, attuale governatore della Toscana, favorevole alle novità pensioni e, in particolare, al progetto presentato dal presidente dell'Istituto nazionale della previdenza sociale.

Edicole. Stando al disegno di legge sull'istituzione di un fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione, le edicole non avranno più vincoli di orario, potranno vendere anche altri beni e servizi ovvero accettare il pagamento di multe e bollette. Il pacchetto di norme ha già ottenuto il via libera dell Camera e ora si attende il semaforo verde del Senato. Come si legge nel testo, l'obiettivo è favorire l'adeguamento della rete alle mutate condizioni, mitigando gli effetti negativi di breve termine; promuovere un regime di piena liberalizzazione degli orari di apertura dei punti vendita e la rimozione degli ostacoli che attualmente limitano la possibilità di ampliare l'assortimento dei punti vendita all'intermediazione di altri beni e servizi; portare a completamento l'informatizzazione delle strutture.

Grande distribuzione. Il settore della grande distribuzione italiana continua a registrare aumenti di fatturato anche in questi anni di difficoltà economica. Stando al rapporto di Mediobanca, ad aver avuto maggiore successo sono stati i discount di Eurospin, davanti a tutti per crescita e redditività. Tuttavia, in termini assoluti, i ricavi sono stati inferiore a quelli registrati da Coop Italia ed Esselunga Quest'ultima ha visto le vendite crescere del 10,7% nei 5 anni presi in esame (2010-2014) con oltre 1,1 miliardi di euro utili.

Ebook. Condanna confermata per Apple, costretta a versare 450 milioni di dollari per pratiche antitrust sui prezzi degli ebook. In buona sostanza, anche secondo la Corte suprema degli Stati Uniti, la società di Cupertino si sarebbe messa d'accordo sui prezzi con Hachette Book Group, controllata da Lagardere, HarperCollins Publishers, parte di News Corp, Penguin Group, Simon & Schuster, controllata da Cbs, e Macmillan, parte di Verlagsgruppe Georg von Holtzbrinck ovvero con cinque grandi gruppi editoriali a scapito di Amazon.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il