BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Classi di Concorso, ATA, Tfa 2016 nuovo terzo ciclo, Part Time: nuove spiegazioni, indicazioni e regole Miur

Le ultime notizie sulle questioni della scuola ancora da risolvere, a partire dal terzo ciclo del Tfa. Risposte ancora attese e novità




Le ultime notizie sulle questioni della scuola riguardano innanzitutto il terzo ciclo del Tfa: mancano infatti ancora notizie ufficiali sulla pubblicazione del suo bando che dovrebbe arrivare ad aprile, mancano le soluzioni ai problemi per la confusione sulle classi di concorso, questione che però deve essere affrontata innanzitutto in riferimento al concorso della scuola, i cui bandi sono stati già pubblicati, e dopo le ultime dichiarazioni del sottosegretario all’Istruzione Faraone, secondo cui il prossimo Tfa varrà solo ed esclusivamente per le classi di concorso già esaurite, escludendo di fatto neo laureati e laureandi in alcune discipline.

Gli interessati hanno chiesto chiarimenti e spiegazioni direttamente al Miur soprattutto per capire come dover strutturare il loro percorso di abilitazione all’insegnamento e immissione in ruolo dopo tanto caos e tanti cambiamenti. Passando alle notizie attese invece sul prossimo concorso della scuola, manca ancora l’ufficialità delle date in cui si svolgeranno prova scritta e prova orale, che presumibilmente sono fissate, rispettivamente, per i prossimi mesi di aprile e luglio, e le ultime novità riguardano i criteri di valutazione delle prove e i loro punteggi. Il Miur ha confermato innanzitutto che il totale dei punteggi che si possono ottenere al termine delle prove è 100: 40 per le prove scritte e pratiche, 40 per la prova orale e 20 per i titoli.

La prova scritta sarà composta da otto domande, di cui 6 a risposta aperta e 2 di lingua. Le 6 domande a risposta aperta hanno un punteggio compreso tra 0 e 5,50 punti, mentre per i quesiti in lingua il punteggio è compreso tra 0 e 3,50. La prova orale, invece, come ormai è ben noto, sarà costituita dalla simulazione di una lezione in classe e da un colloquio con la commissione esaminatrice, per un massimo di 40 punti da assegnare a ciascun candidato. Problemi da risolvere anche per i lavoratori della scuola del personale Ata in attesa di assunzioni con contratto a tempo indeterminato, dopo il nuovo blocco delle assunzioni.

Le Organizzazioni Sindacali FlcCgil, UilScuola, Cisl Scuola, Snals Gilda, Cobas, Unicobas, Usb e FederAta hanno organizzato sit in davanti agli Uffici Scolastici Provinciali di tutta Italia e, a Roma, davanti al Ministero dell'Istruzione perché il Miur finalmente dia risposte concrete a quanti attendono finalmente una stabilizzazione nella scuola. Nuove spiegazioni sono arrivate invece per quanto riguarda la presentazione delle domande di trasferimento dei contratti di lavoro a tempo pieno a contratti part time. Chi, infatti, tra docenti e personale Ata, volesse trasformare il proprio contratto dovrà presentare la domanda entro e non oltre il 15 marzo.

Docenti e personale Ata dovranno indicare nella domanda il tipo di part-time che si chiede, cioè se in senso orizzontale con possibilità di servizio, ridotto al 50%, tutti i giorni della settimana, o in senso verticale, cioè potendo prestare servizio solo in alcuni giorni della settimana che non possono essere comunque inferiori a tre. La data di scadenza del 15 marzo vale anche per coloro che vogliano invece passare da parte time a contratti a tempo pieno. Passando, invece, al capitolo classi di concorso, dopo l’accorpamento di quelle esistenti e le undici nuove nate, non è ancor stato risolto il problema creatosi per le nuove cassi di concorso e relativi esami. Resta, infatti, ancora da correggere il problema per le classi di concorso A23 e A25.

Le undici nuove classi di concorso sono: A-23 Lingua italiana per discenti di lingua straniera; A-36 Scienze e tecnologia della logistica; A-53 Storia della musica; A-63 Tecnologie musicali; A-35 Scienze e tecnologie della calzatura e della moda; A-64 Teoria, analisi e composizione; A-55 Strumento musicale negli istituti di istruzione secondaria di II grado; A-65 Teoria e tecnica della comunicazione; A-57 Tecnica della danza classica; A-58 Tecnica della danza contemporanea; A-59 Tecniche di accompagnamento alla danza

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il