BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni prospettive e novità si conosceranno con più chiarezza per mini pensioni, quota 41, quota 100 tra Aprile e Maggio

Nuovi appuntamenti ad aprile e maggio cruciali per eventuali novità per le pensioni da predisporre: cosa aspettarsi




PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME: E' iniziato un periodo importante per capire le eventuali reali novità sulle pensioni che ci potranno essere al di là delle tante ultime notizie e ultimissime che ogni giorno arrivano. Saranno due mesi dove si deciderà molto, se si farà qualcosa, il periodo e quali strumenti saranno utilizzati.

Mentre persistono privilegi pensionistici solo per determinate categorie di persone nonostante si cerchi ristabilire equità sociale nel nostro sistema previdenziale, le ultime notizie lasciano intendere che la verità su eventuali novità per le pensioni per tutti dovrebbero arrivare nei prossimi mesi di aprile e maggio. Forse sarà quello il tempo in cui effettivamente potremo saperne di più sulle reali intenzioni di lavoro dell’esecutivo su piani di uscita come quota 100, mini pensione e quota 41, sempre in base alla disponibilità di risorse economiche disponibili da impiegare per questi cambiamenti positivi.

Il primo momento utile in cui si potrà capire qualcosa per il futuro delle novità per le pensioni potrebbe essere il prossimo 10 aprile, data entro la quale dovrebbe essere presentata la prima stesura del Def, il Documento di Economia e Finanza che, in base ai soldi a disposizione, pone le premesse per le misure da inserire nella prossima Manovra Finanziaria di dicembre. Si tratta di un passaggio importante ma che potrebbe essere modificato nel tempo se arriveranno nuovi soldi.

A maggio poi, secondo le ultime notizie, dovrebbe arrivare il giudizio definitivo da parte dell'Ue sull'operato italiano, che si prepara ad aggiustare conti e bilancio, e quindi la concessione di eventuali nuovi margini di azioni, con una maggiore flessibilità che, se effettivamente concessa, potrebbe aprire le porte anche alla realizzazione concreta di effettive novità per le pensioni. A maggio, dunque, si saprà se saranno concessi quegli ulteriori i 3 miliardi circa per la questione immigrazione e se questi soldi potrebbero servire, come si pensava qualche mese fa, anche per l’attuazione di novità per le pensioni, tra mini pensione, quota 100 e quota 41.

Ma considerando che si tratterebbe di fondi erogati una tantum, eventuali novità per le pensioni collegati dovrebbero essere comunque non definitive e in questo caso tornerebbero in ballo i metodi di uscita in prova di cui si era parlato alla fine dello scorso anno. Nel frattempo, però,è possibile aspettarsi anche mosse a sorpresa da parte del premier, come hanno lasciato intendere le ultime notizie, e a spingere in questa direzione potrebbero essere essenzialmente due appuntamenti: le prossime elezioni amministrative e il referendum.

Puntando, infatti, su eventuali novità per le pensioni, che però sarebbero minime giusto per rappresentare una sorta di contentino da parte dell’esecutivo per dire che qualcosa di concreto è stato effettivamente fatto per le pensioni, così come sul piano di taglio delle tasse, già annunciato e che porterebbe conseguenti aumenti degli stipendi, il premier farebbe una mossa vincente nell’ottica di recupero della fiducia e dei consensi da parte dei cittadini. Il problema sarà capire da dove potrebbero derivare le coperture per l’attuazione di tali misure. Inoltre, è possibile anche che si parli di una soluzione organica per le pensioni da inserire in una delega e dei cui soldi necessari si parlerà solo tra due anni. In questo caso, però, si rimanderebbe, tra le righe, ogni novità per le pensioni ancora di un anno, rispetto al prossimo fissato in agenda del premier.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il