BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Surroga Mutui Marzo 2016: migliori offerte per cambiare banca e trasferire mutuo. Tassi migliori, condizioni, costi

Come funziona la surroga di un mutuo, cosa prevede, come sceglierla e offerte migliori per questo mese di marzo 2016: le proposte




In questi primi mesi del 2016 continua la tendenza alla richiesta di surroga dei mutui: la surroga permettere di trasferire il proprio mutuo da una banca ad un’altra, di modificare la tipologia di tasso applicato e le caratteristiche del rimborso. Si tratta di un’operazione gratis per il cliente che deve partire da un’attenta valutazione e confronto delle migliori offerte del mercato. È, infatti, importante scegliere attentamente la surroga valutando l’effettiva convenienza del cambiamento. Chi sceglie di surrogare un mutuo, infatti, lo fa per avere condizioni più vantaggiose e, una volta scelta la soluzione migliore, la vecchia banca cede il contratto del mutuatario alla nuova banca, trasferendo l'iscrizione ipotecaria sull'immobile acquistato dal cliente che passa alla nuova banca che salderà il debito residuo dell’iniziale mutuo stipulato.

Il cliente, dal canto suo, invece, dovrà saldare le rate del mutuo secondo le nuove condizioni stabilite con la nuova banca. Tra le migliori proposte di mutuo surroga di questo mese di marzo 2016, spicca la proposta di Intesa Sanpaolo che propone fino al 31 marzo un’offerta per surroghe con tassi agevolati a partire dall’1,45% per i finanziamenti a tasso fisso. Fino al 31 maggio, invece, prevede tassi a partire dall’1,15% per mutui a tasso variabile.
 
Resiste in questo mese anche la proposta Trasformamutuo di Bnl che prevede il pagamento di una rata mensile di 554,60 ad un tasso del 3% e con un Taeg del 3,08%; seguita dal Mutuo Rottamazione di ING Direct, che permette di trasferire il proprio mutuo residuo aprendo un Mutuo Arancio che può essere a tasso fisso, variabile su base Euribor o BCE, o fisso rinegoziabile.

Aprendo un Mutuo Arancio abbinato ad un Conto Corrente Arancio, si potrà avare uno spread agevolato sul mutuo a tasso variabile e una riduzione diretta della rata in caso di mutuo a tasso fisso. Infine, per questo mese di marzo 2016 è buona anche la proposta Webank che permette di trasferire online il mutuo già in corso scegliendo il passaggio ad una tipologia a tasso fisso, misto, variabile e variabile con CAP.

. L'offerta di mutui sia a tasso fisso che variabile a Aprile 2016 si fa molto interessante. Grazie alla discesa mese su mese dei prezzi degli immobili nelle grandi città, ma soprattutto nei piccoli centri, e grazie ai tassi praticamente prossimi allo zero oggi accendere un mutuo è estremamente conveniente. In questa analisi abbiamo analizzato le migliori offerte proposte dai principali istituti.

Fisso o variabile? Questo è l'eterno dilemma... In breve in questa particolare fase storica chi ha la possibilità di aprire un mutuo da estinguere in 10 anni quasi sicuramente la scelta del tasso variabile può essere quella più azzeccata, infatti attualmente i tassi sono molto bassi e le prospettive per i prossimi anni non fanno intravedere una loro risalita e poi grazie alla portabilità è sempre possibile, qualora i tassi aumentino, ricontrattare il mutuo con la stessa banca o con un altro istituto al fine di ottenere una proposto di nuovo vantaggiosa.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il