BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni, riforma bonus mobili, Tfa nuovi, riforma partita Iva: novità venerdì oggi

Il bonus mobili si applica alle spese sostenute fino al 31 dicembre 2016 ed è ripartito in dieci rate annuali.




Come riferiscono le ultime notizie, sono in cerca di novità pensioni coloro che hanno iniziato a lavorare da giovani.

Pensioni. Tra i tanti nodi sulle novità pensioni da sciogliere in tempi brevi c'è quello relativi a chi ha iniziato a lavorare in giovane età. Tra le ipotesi che circolano con insistenza c'è quella dell'applicazione di quota 41 ovvero di concedere l'accesso al trattamento previdenziale con 41 anni di contributi versati, senza tenere conto dell'età anagrafica. Ma non c'è accordo sulle eventuali penalizzazioni da applicare rispetto a deviazioni da questo schema. Nel frattempo, tutti loro protesteranno domani nelle piazzi di Milano, Torino, Venezia e Firenze davanti alle sedi della televisione pubblica ovvero a corso Sempione a Milano, in via Giuseppe Verdi a Torino, a Campo San Geremia a Venezia, in largo De Gasperi a Firenze.

Bonus mobili. Le giovani coppie che acquistano la prima casa possono detrarre il 50% delle spese per l'acquisto di mobili destinati ad arredarla. La detrazione si applica alle spese, fino a un massimo di 8.000 euro, sostenute dal primo gennaio al 31 dicembre 2016 ed è ripartita in dieci rate annuali. Il bonus è svincolato dalla ristrutturazione edilizia, ma legato all'acquisto della prima casa. Nell'importo delle spese sostenute possono essere considerate anche le spese di trasporto e di montaggio dei beni acquistati, purché siano state sostenute con le modalità di pagamento richieste per fruire della detrazione ovvero bonifico o carte di credito o di debito.

Tfa. Si fa attendere la pubblicazione del bando relativo al terzo ciclo del Tfa ordinario 2016. Eppure da quest'anno potranno partecipare ai concorsi solo chi è in possesso di un'abilitazione: Tfa, Pas, ex Ssis, laureati in scienze della formazione primaria e diplomati magistrali. Lo scorso anno l'accesso è stato consentito a coloro che entro la data di presentazione della domanda di iscrizione al test nazionale sono in possesso di una laurea del vecchio ordinamento.

Partita Iva. Confermata l'esclusione dal regime forfettario di chi si avvale di regimi speciali ai fini dell'imposta sul valore aggiunto o di regimi forfetari di determinazione del reddito e i soggetti non residenti, ad eccezione di quelli che sono residenti in uno degli Stati membri dell'Unione europea o in uno Stato aderente all'Accordo sullo Spazio economico europeo che assicuri un adeguato scambio di informazioni e che producono nel territorio dello Stato italiano redditi che costituiscono almeno il 75% del reddito complessivamente prodotto.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il