BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni indicazioni e novitÓ emerse da esperti, politici e studiosi dai tanti Convegni su mini pensioni, quota 100

Quali sono le novitÓ per le pensioni emerse dagli ultimi recenti convegni che si sono tenuti? In discussione sistemi e piani di uscita prima




PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME: Sono davvero numerosi i Convegni che vengono cotinuamente organizzati praticamente senza sosta nell'ultimo periodo dove le novità per le pensioni sono uno degli argomenti o l'unico argomento principale segno che il tema pensioni è davvero caldo come d'altra parte dimostrano tutte le ultime notizie e ultimissime.

Sono stati diversi negli ultimi tempi gli appuntamenti che hanno avuto come protagoniste le questioni previdenziali ed eventuali novità per le pensioni da realizzare nel breve tempo. Vediamo quali sono le ultime notizie emerse e le possibili prospettive.

Novità pensioni Itinerari previdenziali: Si è tenuto circa 20 giorni a Milano il nuovo incontro di Itinerari Previdenziali per discutere di novità per le pensioni e situazione previdenziale attuale, senza dimenticare la condizione economica in cui versa il nostro sistema. Si è trattato di un incontro particolarmente importante, seppur meno recente di tutti gli altri, perché sono emerse diverse realtà, ma anche delusioni, proprio sulla questione pensioni. L’incontro, dal titolo ‘2016, l’anno della flessibilità in uscita’ ha toccato quasi tutte le questioni novità pensioni, dalla necessità di uscita prima, allo stop ai vitalizi d’oro dei politici, alle ricongiunzioni onerose. Ospiti del convegno, tra gli altri, l'esperto di Previdenza Brambilla, che ha chiaramente espresso la sua posizione in merito alla necessità di attuare novità sulle pensioni, a partire dalla quota 100, che ritiene il meccanismo migliore di cambiamento delle attuale norme; il neo viceministro all'Economia Zanetti, da sempre dalla parte di novità per le pensioni ma che recentemente ha fatto un passo indietro dichiarando chiaramente che non sono al momento sul tavolo dell'esecutivo piani di novità per le pensioni perchè si discute di provvedimenti ancora prioritari rispetto al tema previdenziale; l'onorevole Gnecchi, del Partito Democratico, che da sempre mira ad una revisione dell'attuale legge, sia per quanto riguarda requisiti e condizioni pensionistiche delle donne, sia per piani di quota 41 e quota 100.  

Novità Pensioni Convegno Farmindustria: Novità per le pensioni sono emerse anche nel corso del convegno di Farmindustria tenutosi la scorsa settimana e cui hanno preso parte il presidente dell’associazione Scaccabarozzi e il ministro della Salute Lorenzin, entrambe convinti che sia arrivato il momento di considerare la condizione di uscita dal lavoro delle donne, troppo estrema, considerando che all’attività lavorativa svolta, le donne associano anche cura della famiglia e dei figli, che richiede non pochi impegni. Questo è il motivo perché è stata rilanciata la necessità di intervenire con novità per le pensioni. Secondo il presidente di Farmindustria, “E' veramente assurdo pensare e far sì che a 70 anni le donne, ma anche gli uomini, possano continuare a lavorare, Tale stortura del sistema pensionistico italiano, inoltre, impedisce l'entrata nel mondo del lavoro delle giovani generazioni”. Della stessa idea anche il ministro Lorenzin, secondo cui “il sistema dell'età pensionabile delle donne deve essere rivisto anche se ci vorrà tempo ed equilibrio”. La Lorenzin sa bene che “le donne sono gravate da un carico di presa in cura sia nei confronti degli anziani sia dei bambini. Fare lavorare una donna fino a 70 anni è molto più che usurante: sarà un tema serissimo su cui bisogna riflettere”.

Novità Pensioni Tre Giorni Perugia: Dalle tre giorni di Perugia organizzata dal Partito Democratico per cambiare la maggioranza, cercando di appianare scontri e polemiche, sono emerse anche nuove indicazioni per realizzare o meno novità per le pensioni. In base infatti all'andamento delle discussioni politiche, la maggioranza, rivista, potrebbe decidere di definire novità per le pensioni per riconquistare consensi, ma manca una soluzione condivisa e c’è chi spinge su alcuni cambiamenti, come quota 100 o quota 41, chi su altre modifiche come mini pensione. Secondo Roberto Speranza, il Partito Democratico “è la più grande speranza del nostro Paese, fuori dal Pd la fotografia è data quel terzetto lì, da Grillo, Salvini e Berlusconi e dai loro populismi. La sfida che stiamo costruendo è dentro il Pd: noi siamo con tutti e due i piedi nel Pd. Noi lottiamo perché il Partito democratico non sia la voce di uno solo o una sommatoria di comitati elettorali. Il Pd troppo spesso ha aperto le porte girevoli del trasformismo”.

Novità Pensioni novità Convegno Torino: Durante un convegno organizzato a Torino sempre sulle pensioni da Direl e Codirp è emersa la disponibilità ad attuare novità pensioni, sia per quanto riguarda una maggiore flessibilità sia per quanto riguarda questioni come la cancellazione di ricongiunzioni onerose. Del resto, il presidente stesso della Regione Piemonte Chiamparino giorni fa ha già presentato due richieste di cambiamento: “Da un lato chiediamo l’individuazione di percorsi che consentano a coloro che sono rimasti senza occupazione e che sono vicini alla pensione di essere accompagnati rapidamente verso la quiescenza; dall’altro, sarebbe utile un’accelerazione nella messa a punto della cosiddetta ‘seconda gamba’ del Jobs Act, quella del rafforzamento delle politiche attive del lavoro, prevedendo anche forme di sostegno al reddito per il periodo che va dalla perdita dell’occupazione alla ricollocazione”, riferendosi all’assegno universale, chiaramente. Ha, inoltre, dato il via alla mini pensione per coloro cui mancano pochi anno al raggiungimento della pensione normale, che riceverebbero una sorta di prestito fino alla maturazione dei normali requisiti, e da restituire in parte per rimpinguare il fondo che la Regione metterebbe a punto con le banche per avere la disponibilità di risorse da erogare.

Pensioni Novità Convegno Bologna: Novità per le pensioni sono emerse anche dal convegno organizzato dall’associazione degli industriali a Bologna. Secondo il presidente, “Non servono altre riforme di sistema, il perenne ‘cantiere aperto’ sulle pensioni nuoce a tutti. Abbiamo bisogno di una vera riforma fiscale che riduca drasticamente la piaga sociale dell’evasione, di certezza sulle regole che impattano sulla vita e sulle aspettative delle persone a prescindere dall’età anagrafica, e di una seria politica industriale per favorire occupazione e crescita Siamo favorevoli ad aggiustamenti che nel segno della flessibilità offrono una risposta a esigenze reali”. L’associazione è invece contraria all’assegno universale. Presente anche il sottosegretario Baretta che da sempre ha aperto a novità per le pensioni puntando sull’uscita a 62 anni con 35 anni di contributi, specificando che non è per cambiare la legge attuale “che garantisce la sostenibilità dei conti pubblici, ma è necessario consentire una flessibilità in uscita per favorire il ricambio generazionale e al tempo stesso garantire ai pensionati una tranquillità di vita”.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il