BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni novitÓ oggi giovedý Ministro Lavoro e riunioni ieri pomeriggio novitÓ mini pensioni, quota 100, quota 41

Tra le questioni sulle pensioni che potrebbero arrivare prima delle altre a una soluzione c'Ŕ quella delle ricongiunzioni onerose.




PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME giovedì OGGI (AGGIORNAMENTO ore 8:19): Si è svolta ieri come previsioni una riunione del Gruppo che si dedica alle nvoità per le pensioni di cui vi daremo il reseconto e le novità per le pensioni dette non appena pronte i verbali in via di pubblicazione. E questa matina il Corsera pubblica una luna intervista al Minsitro Poletti con una serie di novità per le pensioni e indicazioni su quota 100, mini pensioni, quota 41 e pensioni anticipate.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME mercoledì OGGI (AGGIORNAMENTO ore 15:45):  Nel pomeriggio vi sarà una nuova riunione del Comitato Ristretto che si dedica alle novità per le pensioni su due direttive. La prima riguardaerà la revisione degli assegni più alti per riuscire a comprendere se è possibile avere dei fondi per finanziare quota 100, mini pensioni, quota 41. La seconda tematica è il decreto per gli usuranti e chi ha iniziato a lavorare prima appena deposiato dal Gruppo stesso come confermato dalle ultime notizie e ultimissime.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME mercoledì OGGI (AGGIORNAMENTO ore 11:02): Le indicazioni da questo primo confronto sono quelle per le novità per le pensioni che sono già le principali e più comuni ribadite nelle ultime notizie e ultimissime, comunque dall'Isituto Nazionale di Statistica, che spiega come le detrazioni devono avere un riordino, vi deve essere una divisione tra spese assistemza, welfare e pensioni e in mancanza di soldi intervenire nel'aiutare le persone che sono senza lavoro, se non tutte, almeno quelle da una certa età in poi e ritorna ide dell'assegno universale seppur inizialmente limitato.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME mercoledì OGGI (AGGIORNAMENTO ore 9:44): Nella Riunione di iei, invece, si è affrontata come avevamo già detto nelle ultme e ultimissime notizieil Fondo Indigenza che avrà un iter lungo, ma che nelle sulle tematiche ufficiali ha le novità per le pensioni. Sono iniziati una serie di incontri con diverse parti economiche e sociali. Il primo è stato quello con l'Ufficio Nazionale di Statistica di cui vi daremo dopo ampio reseconto.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME mercoledì OGGI (AGGIORNAMENTO ore 7:30): E nella giornata odierna il gruppo di Montecitorio che si dedica alle novità per le pensioni avrò un incontro su diversi temi tra cui la revisione delle pensioni più alte e un decreto per usuranti e chi ha iniziato a lavorare presto come confermano le ultime notizie e ultimissime.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME martedì OGGI (AGGIORNAMENTO ore 11:07): E alcuni di questi obiettivi per le novità per le pensioni sonon francamente impossibili da raggiungere ora con numerosi ostacoli di diverse tipologia, ma soprattutto economiche che si frappongono. Ma il compromesso, vista la situazione delle ultime notizie e ultimissime, può arrivare sia in prospettiva che in alcuni piccoli miglioramenti subito attuabili.

PENSIONI novità E PENSIONI ULTIME NOTIZIE ULTIMISSIME martedì OGGI (AGGIORNAMENTO ore 8:48): Tanti e numerosi sono gli aspetti dove si cercano un accordo o, comunque, un passo in avanti per le novità per le pensioni sia nell'immediato pensando alla prossime elezioni amministrative e alla maretta nella maggioranza come raccontano le ultime notizie e ultimissime. Gli obiettivi appaion davvero molti, forse troppi.

Le novità pensioni passano da modifiche piccole e grandi, ma per il momento è ancora tutto congelato

Anticipate, usuranti. A dire sì alla riscrittura delle regole sulle pensioni, con l'introduzione di novità anche per chi svolge attività prevalentemente usuranti, c'è Confindustria. Gli industriali sono favorevoli alla staffetta generazionale ovvero a facilitare l'uscita dei lavoratori più anziani con forze fresche in grado di favorire produttività e competitività. I tempi per la ripresa del dibattito sembrano maturi, considerando che a fine mese sarà scelto il nuovo presidente dell'associazione degli industriali. Attualmente occorre raggiungere quota 97,6 con almeno 61 anni e 7 mesi di età e 35 anni di contributi per chi svolge un'attività faticosa, pesante e notturna per almeno 78 giorni.

Contributivo uomini e donne. Non solo la strutturalità del contributivo donna, per ora prorogato solo fino alla fine dell'anno, il Gruppo pensioni a Montecitorio ragiona anche sul riconoscimento alle lavoratrici madri, ai fini della maturazione del requisito di anzianità anagrafica della valutazione doppia dei periodi di astensione dal lavoro per maternità e per bambino, per un periodo massimo di 2 anni e, per ciascun periodo di sospensione lavorativa entro 2 anni dall’evento del parto, di una contribuzione figurativa di base per la durata massima di 6 mesi per ciascun evento.

Ricongiunzioni. Tra le questioni che potrebbero arrivare prima delle altre a una soluzione c'è quella delle ricongiunzioni onerose. Il tema è noto da tempo perché siamo davanti a una vera e proprio ingiustizia a carico del contribuente che, tra l'altro, impedisce anche a molti lavoratori di andare in pensione. Si tratta infatti di pagare contributi sui contributi già versati. Ecco allora che, anche in un'ottica elettorale visto che in primavera di voterà nelle importanti città di Milano, Roma, Napoli e Torino, il premier potrebbe porre le basi per la riscrittura della norma e renderla appunto meno onerosa. Ma in questo periodo di incertezze, meglio non esserne così sicuri.

Flessibilità. A spingere sul pedale della flessibilità delle pensioni sono tutti i partiti tranne quello Democratico. Ma non si tratta naturalmente di una presa di posizione di principio contro le novità pensioni. Quando si ha a che fare con i conti pubblici, la prudenza prevale sulla grinta riformista. Viene da chiedersi cosa potrebbe succedere sul versante delle novità pensioni nel caso di cambio di guardia a Palazzo Chigi. Stando all'aria che tira, non è da mettere in conto nessuno stravolgimento a breve e medio periodo. Tuttavia due nuovi sondaggi aprono a nuove prospettive. Come quello per Agorà Rai dell'Istituto Ixè, secondo cui il Partito democratico sta mantenendo lo stesso livello di consenso nonostante il caos primarie a Roma. Secondo il sondaggio per Huffington Post di di Scenari Politici, il Partito democratico farebbe bene a tenersi alla larga da un eventuale ballottaggio alle elezioni politiche perché si piazzerebbe alle spalle del Movimento 5 Stelle.

Ti Ŕ piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il