BusinessOnline - Il portale per i decision maker






Pensioni indicazioni, novità, sorprese da Draghi, padoan, Boeri, Sabelli, Fassino ultime novità quota 100, quota 41, mini pensioni

Le recenti affermazioni su novità per le pensioni da Sabelli, Padoan, Draghi, Fassino e responsabile del Dicastero dell’Occupazione. Le posizioni




Pensioni novità e ultime notizie, ultimissime. Istituto Previdenza rilancia con forza: Il presidente dell'Istituto di Previdenza gioca tutte le sue carte per cercare di ottenere le novità per le pensioni richieste come conferma l'ultima decisione sulla spedizione di quando e come si potrà andare in pensione. E' una scelta come indicano le indscrezioni e le ultime notizie, ultimissime voluta per vedere le reazioni degli italiani e attendersi una forte richiesta di cambiamenti una volta ricvuto nero e su bianco questi dati.

Pensioni novità e ultime notizie, ultimissime. Gli esponenti locali i più attenti. Ancora una volta interessanti affermazioni e novità sulle pensioni arivano da chi lavora ogni giorno a contatto con la gente sul territorio come dimostrano le parole di Fassino che si aggiungono a quelle di Chiamparino o della Serracchiani solo per fare due nomi

Pensioni novità e ultime notizie, ultimissime. Atteso il discorso dei leader alla Direzione questa mattina: Inizia la direzione questa mattina nella quale si attende il discorso del Premier che nelle ultime notizie di ieri ha voluto chiarire come vuole mettere a posto le cose e precisare tanti puntini sulle "i". Si attendono anche i discorsi dei rappresentanti della cosidetta sinistra riformista. Tanti i temi trattati, vedremo se ci saranno anche le novità per le pensioni

Pensioni novità e ultime notizie, ultimissime. Padoan racoglie le indicazioni di Draghi: E al Vertice Europe, il Ministro dell'Economia raccoglie le parole di Draghi delle ultime notizie e ultimissi e le fa sottolineando l'importanza per la nostra maggioranza come sia fondamentale il taglio delle tasse e gli investimenti. Non parla di nessuna novità per le pensioni, come ormai fa da tempo, mentre i suoi più stretti collaboratori da tecnici a vice ministri le stanno negando.

Pensioni novità e ultime notizie, ultimissime. Draghi ritorna ancora pur indirettamente: Nel giro di pochi giorni come avevamo già raccontato nelle precedenti ultime notizie e ultimissime, Draghi ritorna a ricordare la necessità di novità, non direttamente sulle pensioni, ma comunque dell'importanza che gli esecutivi ritornino ad agire con i cambiamenti in modo particolare per favorire occupazione e produttività. E nulla di meglio può esserci che le pensioni.

Pensioni novità e ultime notizie, ultimissime. Tante affermazioni interessanti e continue: Non sembrano finire mai le affermazioni che esperti, studiosi, economisti e rappresentanti di forze politiche, enti e associazioni sulle novità per le pensioni. E anche stavolta abbiamo raccolto dalle ultime notizie e ultimissime le più interessanti e ne aggiungeremo via via ulteriore.

Si è conclusa un’altra settimana decisamente importante per la discussione sulle pensioni e sono diverse le novità emerse dalle ultime affermazioni di autorevoli esponenti dell’esecutivo e tecnici. Mentre c’è chi continua a sostenere la necessità di agire sull’attuale legge con novità pensioni per rivedere gli attuali requisiti di uscita, secondo l’economista Giulio Sabelli la legge attuale dovrebbe essere del tutto cancellata, perché allungando l’età pensionabile per tutti ha creato solo problemi non solo ai pensionandi ma anche alle imprese. E considera, inoltre, ingiusto il meccanismo secondo cui poiché si vive più a lungo bisogna lavorare anche più tempo. Secondo Sabelli, infatti, esistono altri modi per agire sulle pensioni senza pesare sui lavoratori, magari procedendo proprio con la divisione, da tempo annuncia ma ancora non fatta tra spesa assistenziale e spesa prettamente pensionistica, operazione che porterebbe anche a recuperare risorse economiche importanti.

Resta ancora del tutto contrario a modifiche dell’attuale legge pensioni, e men che meno alla  sua cancellazione totale, il ministro dell’Economia Padoan che ha ribadito come, al contrario, le norme in vigore debbano essere mantenute ancora così come sono ancora per un po’ perché, ha recentemente spiegato, che l’Italia non ha raggiunto quei livelli di crescita economica auspicata, motivo per il quale l’esecutivo dovrà ancora continuare a rispettare determinate indicazioni della stessa Europa, fino a quando il quadro economico complessivo non sarà decisamente migliorato. E molto ci sarà da fare ancora anche per quanto riguarda quella revisione della spesa pubblica mancata nella sua interezza fino ad ora. Ma Padoan ha spiegato che finora sono stati tagliati 25 miliardi e per il momento è difficile andare oltre.

Invita a proseguire sulla strada del consolidamento di una ripresa certa anche il presidente della Bce Draghi che in occasione del vertice europeo di Bruxelles si è detto disponibile a continuare con politiche di sostegno monetario, purchè gli Stati continuino a lavorare alla ricerca di quella ripresa che in alcuni Paesi è iniziata. Ma i rischi, ha spiegato Draghi, esistono ancora e per questo invita a puntare l’attenzione non solo alle riforme, che in Italia, dopo quella di Lavoro, Giustizia, Scuola, Costituzionale punta a novità per le pensioni, ma anche agli impegni per definire in maniera chiara il futuro dell'Unione monetaria e bancaria.

Di tutt’altro avviso il sindaco di Torino Fassino che, invece, in settimana è tornato a ribadire il suo sostegno alla realizzazione di novità per le pensioni, in particolare a favore di coloro che hanno iniziato a lavorare sin da giovanissimi, con la quota 41, aprendo però anche ai sistemi di uscita prima per tutti per anticipare l’età pensionabile e dicendosi favorevole al meccanismo di uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi a fronte di penalizzazioni; e alla cancellazione delle ricongiunzioni onerose.

In settimana è stato piuttosto interessante anche il nuovo intervento del responsabile del Dicastero dell’Occupazione, che è tornato a ribadire come il piano di mini pensione sia l’unico al momento fattibile per rivedere l’attuale legge pensioni perché sarebbe a costo zero e senza alcun impatto sui conti pubblici, da destinare, però, solo a coloro che restano senza lavoro come se fosse un prolungamento dell’Asdi per la disoccupazione. Nessun riferimento invece ai piani di quota 100 e mini pensioni. Sull’assegno universale, invece, il ministro ha fatto intendere di esserne favorevole ma solo a determinate condizione: per il responsabile del Dicastero dell’Occupazione, infatti, potrebbe essere approvato così come proposto per gli over 55 che si ritrovano senza lavoro ma sono ancora lontani dal raggiungimento della pensione ma solo per due anni e solo se legato a politiche attive del lavoro, cioè se il lavoratore disoccupato dimostri di essere realmente alla ricerca di una nuova occupazione.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Chiara Compagnucci
pubblicato il