BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Indulto e amnistia: novità interessanti della settimana

Ancora un passaggio a vuoto sulle questioni di amnistia e indulto. Orlando insiste sulla cooperazione giudiziaria internazionale.




Continua a procedere a rilento l'attività delle commissioni parlamentari di Giustizia sulle questioni di amnistia e indulto. L'attività del guardasigilli Andrea Orlando si è svolta in settimana attraverso la partecipazione a incontri pubblici, come il convegno "La cooperazione giudiziaria nell'era delle minacce globali. La riforma del Libro XI del codice di procedura penale", organizzato dallo stesso Ministero della Giustizia.

Dopo il saluto del presidente del Senato Pietro Grasso e l'introduzione di Giovanni Melillo, capo di gabinetto del dicastero della Giustizia, sono intervenuti il vicepresidente del Consiglio superiore della magistratura Giovanni Legnini, il primo presidente della Corte di Cassazione Giovanni Canzio, il procuratore generale presso la Corte di Cassazione Pasquale Ciccolo, il procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, il presidente della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo Guido Raimondi e il presidente dell'Unione delle Camere Penali Italiane Beniamino Migliucci.

Secondo il ministro Orlando, l'impegno che lo Stato sta mettendo sul fronte della cooperazione internazionale e sul fronte degli strumenti per attuarla è di "grande aiuto per scongiurare quello che sarebbe altrimenti un drammatico regresso in termini di diritti e di libertà". Da qui la spinta per la costituzione di una procura europea e "per questo stiamo modificando le norme che regolano le estradizioni, la cooperazione giudiziaria, il trasferimento dei detenuti, nell'ottica di una più forte sburocratizzazione e di una maggiore rapidità e di un migliore scambio di informazioni tra autorità giudiziarie".

E poi, "al di là di molti proclami che sentiamo fare di fronte a ogni atto terroristico e a ogni minaccia alla sicurezza dei cittadini, purtroppo quello che si verifica è che non servono tanto o solo norme particolarmente dure, ma norme efficaci". Orlando ha auspicato un'accelerazione dei lavori della commissione Giustizia del Senato sulla riforma del libro XI del codice di procedura penale che riguarda proprio la cooperazione giudiziaria internazionale.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il