BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Conti correnti zero spese migliori Marzo 2016: Ubi Banca, Che Banca, Hello Bank, WeBank. Condizioni, offerte e promozioni

Le migliori proposte di conti zero spese di Ubi Banca, Che Banca, Hello Bank, WeBank: cosa offrono e quali scegliere in base a condizioni




Ubi Banca, Che Banca, Hello Bank, WeBank propongono ancora per questo mese di marzo tipologie di conti correnti a zero spese che offrono decisamente molti vantaggi a chi decide di aprirli. Vediamo di seguito le condizioni offerte da ogni prodotto e come fare per aprire tali conti. Ubi Banca propone il conto zero spese Zero Zero spese Ubi che può essere aperto sia da nuovi che da vecchi clienti dell'Istituto. Non prevede spese per canone e gestione, può essere gestito sia online sia in filiale e comprende anche operazioni trading nell’internet banking. Gratuite per chi sceglie questo conto le spese di apertura ed eventuale chiusura,, carte bancomat libramat, canone annuo, estratti conti online, prelevamenti presso le banche del gruppo, polizza infortuni, domiciliazioni utenze, Internet banking, e spese annue per il calcolo degli interessi.

Il conto a zero spese di CheBanca, destinato a tutti i clienti, anche in questo sia ai vecchi che ai nuovi, prevede canone mensile, operazioni fai date online e senza limiti, e bancomat e carta di credito gratis così come l’imposta di bollo che è a carico di CheBanca!. Bisognerà invece pagare 3 euro se si effettuano operazioni allo sportello. Il conto zero spese di CheBanca! permette di operare ovunque e quando si vuole senza necessità di recarsi in filiale, non prevede limiti di operazioni e anche i prelevamenti bancomat presso altre banche in tutto il mondo sono gratis.

Non è dunque previsto alcun costo di apertura e canone mensile, nessuna spesa di gestione e competenze, nessun costo per bancomat e carta di credito, invio estratto conto online, internet banking, ogni operazione con bancomat, da prelievi, a pagamento pedaggio o rifornimento di benzina, e libretto assegni e bonifici Italia e zona Ue. L’imposta di bollo, inoltre, è a carico della banca anche per giacenze superiori a 5 mila euro. Per aprire il conto corrente di CheBanca basta compilare il modulo di apertura conto inserendo i propri dati personali, stamparlo e inviarlo, insieme a un documento di riconoscimento e codice fiscale, a CheBanca. Bisogna poi effettuare il primo bonifico nel nuovo conto e si riceveranno, tramite posta, le credenziali per usare il nuovo conto corrente online.

Hello Bank offre il conto corrente zero spese Hello! Money: gratuite le operazioni di apertura, gestione ed eventuale chiusura di questo conto che non prevede il pagamento del canone, gratuiti i prelievi sia in Italia che all’estero e anche tutte le più frequenti operazioni bancarie online. Chi decide di aprire un conto corrente Hello! Money deve inviare direttamente online una foto, la scansione di un documento d'identità, del codice fiscale, della propria firma e inserire nell’apposito modulo i proprio dati anagrafici e alcune informazioni riguardanti il reddito e il nucleo familiare. Anche in questo caso deve essere effettuato un primo un bonifico da 10 euro e si riceveranno tutte le informazioni necessarie per accedere e usare il nuovo conto.

E’ un conto corrente a zero spese anche quelli di WeBank offre operatività sia online che in filiale e prevede zero spese per canone annuo, accredito stipendio, bonifici, canone per carte bancomat e carte di credito, versamenti, prelievi e pagamenti anche con assegni, e domiciliazione delle bollette. L'imposta di bollo annua di 34,20 euro è a carico della banca se la giacenza media è superiore ai 5mila euro.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il