BusinessOnline - Il portale per i decision maker








Indulto e amnistia: unificare proposte di legge, se ne continua a parlare

In sede referente, la commissione Giustizia del Senato ha avuto al centro dei lavori anche la prescrizione del reato.




Ci sono anche le questioni di amnistia e indulto tra i lavori della commissione Giustizia di Palazzo Madama. Tra le proposte di legge c'è quella che prevede la concessione diamnistia per ogni reato per il quale è stabilita una pena detentiva non superiore nel massimo a sei anni, ovvero una pena pecuniaria, sola o congiunta per fatti commessi non oltre il 30 settembre 2013.

Ai fini del computo della pena per l'applicazione dell'amnistia si ha riguardo alla pena stabilita per ciascun reato consumato o tentato; non si tiene conto dell'aumento di pena derivante dalla continuazione e dalla recidiva, anche se per quest'ultima la legge stabilisce una pena di specie diversa; si tiene conto dell'aumento di pena derivante dalle circostanze aggravanti per le quali la legge stabilisce una pena di specie diversa o dalle circostanze ad effetto speciale.

In sede referente, la commissione Giustizia del Senato ha avuto al centro dei lavori odierni, così come da calendario, anche la prescrizione del reato, contrasto all'omofobia e alla transfobia, tribunale della famiglia, concorso esterno in associazione mafiosa, affidamento condiviso, divorzio diretto, introduzione reato di depistaggio, modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all'ordinamento penitenziario. Si è proseguito con il seguito dell'esame su regime dei beni pubblici, camere arbitrali dell'avvocatura, diffamazione, giustizia telematica, fondo unico giustizia, stralcio ratifica convenzione Aja protezione minori, visita agli istituti penitenziari, contrasto intimidazioni amministratori locali, reato di negazionismo.

Ecco poi l'esame congiunto della modifica in materia di provvedimento d'urgenza a tutela dei minori e infine, in sede consultiva su atti di governo, il seguito esame su decisioni di condanna tra Stati membri dell'Unione europea in occasione di un nuovo procedimento penale, scambi fra gli Stati membri di informazioni estratte dal casellario giudiziale, sistema europeo di informazione sui casellari giudiziali.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il