BusinessOnline - Il portale per i decision maker


Cerca







Pensioni novità, indicazioni, segnali novità mini pensioni, quota 100, quota 41 ultime di Galloni,Cassano,Fassino,Moscovici,Padoan

Le recenti posizioni sulle novità per le pensioni da Fassina, Cassano, Galloni, Moscovici, Padoan: le ultime affermazioni




Pensioni ultime notizie e novità pensioni (aggiornamento):  Interessanti anche le affermazioni di Fassino che come altri esponenti che sono più vicini alla vaerie realtà territoriali spiega che le novità per le pensioni sono da affrontare quanto prima e lascia aperte le varie possibilità sui metodi da utilizzare come avevano fatto nelle ultime notizie e ultimissime altri Governatori locali come Rossi o Chiamparino.

Pensioni ultime notizie e novità pensioni (aggiornamento): Altro tema dei colloqui tra Moscovici e Padoan sono i 3-4 miliardi della clausola immigrazioen di cui si dovrebbe venire sempre a sapere tra aprile o più probailmente maggio. Potrebbero essere usati, come abbiamo già detto, per alcune novità sulle pensioni dato il loro carattere di una tantum, ma probabilmente, come riferiscxono le ultime indiscrezioni per chiudeere delle clausole di salvaguardia.

Pensioni ultime notizie e novità pensioni (aggiornamento): Aperture importanti per le novità per le pensioni, ma non solo sono venute sicuramente dalla affermazioni di Moscovici dopo i colloqui con Padoan ripresi dalle ultime notizie e ultimissime dove si confermano che le trattative per l'extra deficit sono in una fase avanzata e che ci sono buone possibilità che ci vengano concessi.

Pensioni ultime notizie e novità pensioni (aggiornamento): Cassano ha un ruolo importante e sembra essersi ritagliato nelle ultime notizie e ultimissime un ruolo di raccordo, di dare risposte dirette al Comitato e nelle varie interpellanze ufficiali sulle novità per le pensioni. Oltre, infatti, alle affermazioni qui sotto riportate, aveva già confermato che il suo Dicastero sta lavorando alle novità delle mini pensioni come il metodo più fattibile nell'immediato.

Pensioni ultime notizie e novità pensioni (aggiornamento): Numerose e interessanti sono le affermazioni sulle novità per le pensioni che abbiamo raccolto nelle ultime notizie e ultimissime che aprono a nuovi spazi fondamentali per cambiamenti su più livelli oltre a nuove indicazioni su metodi, quando e come.

Continuano a farsi sentire alcuni esponenti dell’esecutivo protagonisti della discussione sulle novità per le pensioni. Mentre le ultime notizie sembrano aprire a nuovi possibili spiragli di cambiamento, soprattutto all’indomani di una inaspettata fiducia che sembra arrivare dall’Europa, c’è chi continua a puntare il dito contro l’esecutivo per il nulla di fatto di concreto ancora su novità pensioni. Per Stefano Fassina, in risposta al problema delle risorse economiche che scarseggerebbero per interventi pensionistici e che continuano a rappresentare un ostacolo all'approvazione novità concrete per le pensioni, ha invece detto che se l'esecutivo avesse voluto realmente, avrebbe potuto trovare i soldi da destinare alle novità per le pensioni.

Avrebbe, infatti, potuto evitare, per esempio, di cancellare la Tasi per tutti, continuando a farla pagare ai più ricchi propritari di prime case. In questo modo sarebbe riuscito a mettere da parte risorse per circa 1,5 miliardi di euro che avrebbero potuto essere utilizzati per rivedere l'attuale legge pensionistica, ricorrendo a piani come uscita a 62 anni di età con 35 anni di contributi o alla quota 41 che, come stimato dall'Istituto di Previdenza, avrebbe un costo proprio di 1,5 miliardi di euro. E recuperando la cifra necessaria per la loro attuazione, probabilmente si sarebbero potute evitare le penalizzazioni. Ipotesi che però potrebbe sembrare difficile, visto che rappresentano quasi una condizione sine qua non per l'applicazione di novità per le pensioni, anche nell'ottica di un ulteriore recupero di soldi.

Il sottosegretario Cassano rilancia, invece, sulla necessità di novità per i lavoratori che svolgono mansioni pesanti, estendendole anche agli impiegati nel settore edile, adeguando la loro pensione al tipo di lavoro svolto, e introducendo norme speciali anche per i macchinisti dei treni. Decisamente favorevole al piano di uscita proposto dal presidente del Comitato per le pensioni, cioè di pensione prima a 62 anni di età con 35 anni di contributi e penalizzazioni fino ad un massimo dell8% l’economista Nino Galloni, facendo particolare riferimento a quei lavoratori che hanno iniziato a lavorare fin da giovanissimi e alla loro richiesta di uscita 41 anni di contributi, ha ribadito all’esecutivo la necessità di intervenire in tal senso con sostanziali revisioni dell’attuale legge pensioni. Le novità per le pensioni, secondo Galloni, dovrebbe partire da una revisione dei contributi di uscita dal lavoro.

Diverse invece ancora le posizioni del commissario per gli Affari economici, Pierre Moscovici, e del ministro dell’Economia Padoan. Moscovici apre alla possibilità che l’Europa possa concedere all’Italia ulteriori fondi che potrebbero essere impiegati alle novità per le pensioni. La risposta definitiva dovrebbe arrivare nel mese di maggio, quando arriverà la nuova valutazione per l’Italia e si capirà se saranno concessi effettivamente fondi per l’attuazione, concreta, di novità pensioni, come quota 100, quota 41 o mini pensione. Padoan, dal canto suo, resta convinto del fatto che la legge pensioni attuale debba essere mantenuta ancora così com’è per un po’, ma è tornato a rilanciare sull’introduzione dell’assegno universale ma a livello comunitario.

Ti è piaciuto questo articolo?




Commenta la notizia



Autore: Marianna Quatraro
pubblicato il